Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

A Salò la mostra Gattarte: una raccolta di fondi contro il randagismo gattile

Esposta la pregevole e interessante collezione di manufatti in ceramica del chirurgo plastico Giovanni Botti. Esposti 500 pezzi fino al 27 gennaio 2013

Alcuni dei pezzi esposti nella pregevole mostra di Salò...

Alcuni dei pezzi esposti nella pregevole mostra di Salò (foto allegata alla nota stampa di presentazione)

Provengono da ogni angolo del mondo, hanno forme, dimensioni e colori diversi. Sono gli oltre 500 gatti protagonisti di "Gattarte 500 + 1 felini", la mostra in corso a Salò organizzata dal telefono Difesa animali e dal Comune di Salò (Bs) che sarà aperta fino al 27 gennaio 2013. E' quanto si legge in una nota stampa di presentazione, diramata il 22 novembre 2012, che proponiamo qui di seguito nella sua versione integrale. Un'iniziativa curiosa, che ha come obiettivo - prosegue la nota stampa - la raccolta di fondi per prevenire il randagismo gattile. Ancora più curiosa è la storia che riguarda questa collezione, che comprende in tutto mille pezzi e che è stata donata al comune di Salò dal chirurgo plastico Giovanni Botti, presidente dell'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica. Definiti da Leonardo da Vinci dei "capolavori", i gatti sono gli animali che più rappresentano l'ideale di bellezza e perfezione delle proporzioni. E proprio un micetto di ceramica, è l'animale con cui Botti decise di abbellire il suo studio all'inizio della sua carriera, oltre 30 anni fa. «Amo tutti gli animali, ma ho una predilezione per i felini - afferma il chirurgo -. Certo, non avrei mai pensato di dar vita a una collezione così assortita. Tutto è iniziato con un piccolo gattino di ceramica: una paziente lo notò e, dopo essere stata operata, me ne regalò un altro pensando, a ragione, che mi piacessero i mici. Vedendo due gattini nella sala d'attesa del mio studio altre pazienti fecero la stessa riflessione e me ne regalarono ancora. Poco alla volta le statuette di gatti si sono moltiplicate a dismisura, fino a raggiungere l'incredibile numero di mille. Sono tutti esemplari regalati dai miei pazienti, ad eccezione del primo. E provengono da ogni Paese del mondo». Gatti artistici, gatti utili, gatti decorativi, gatti "griffati". Insomma, "tutti i gatti che non ti aspetti".


Una collezione unica nel suo genere - prosegue la nota stampa - e di considerevole valore, che Giovanni Botti ha deciso di donare al comune di Salò che, come recita la lettera di donazione, "ne potrà disporre liberamente per gli scopi culturali, sociali, turistici e didattici oltre che di prevenzione del randagismo gattile o per promuovere raccolte, aiutare associazioni libere o riconosciute che si occupino della sterilizzazione, cura e manutenzione dei gatti randagi". Lo scopo di Gattarte è sensibilizzare tutti i visitatori a favore dei gatti meno fortunati per antonomasia, ossia i randagi. La mostra, che è stata allestita nella Torre dell'Orologio, in centro a Salò, senza costi per il Comune grazie all'opera dei volontari, al sostegno di alcuni sponsor, e a Publiradio srl, è stata inaugurata il 21 settembre 2012 e sta riscuotendo molto interesse e partecipazione. E' possibile visitarla nei pomeriggi di venerdì, sabato e domenica fino al 27 gennaio 2013. L'ingresso è a offerta libera, il ricavato sarà devoluto all'Associazione Telefono Difesa Animali.




Local Genius
www.localgenius.eu
25 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook