Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Agroalimentare di qualità e ristorazione: la Regione Sicilia vara il marchio QS


I provvedimenti adottati dalla Regione siciliana per la valorizzazione e la salvaguardia dei prodotti agroalimentari siciliani contro le contraffazioni e le agromafie sono quattro: i tre Piani che riguardano i Servizi avanzati, la Ricerca e l'Innovazione, e il Piano di tutela delle produzioni agricole garantite da un marchio regionale "Qualità" e a "Chilometro Zero". E’ quanto si legge in una nota stampa ufficiale della Regione Sicilia, diramata il 19 ottobre 2012. In linea con il nuovo pacchetto normativo e con gli orientamenti comunitari, l'assessorato alle Risorse agricole e alimentari – prosegue la nota stampa che riportiamo qui di seguito integralmente - istituisce i due marchi: QS Sicilia (QS acronimo di qualità sicura) e Sicilia Chilometri Zero. Quanto al primo, contestualmente all'istituzione del marchio, l'assessorato alle Risorse agricole e alimentari emana la "Carta d'uso", che ne disciplina le modalità di utilizzo e di concessione. Un comitato scientifico istituito presso il dipartimento Interventi strutturali e composto da sette tecnici dell'assessorato e tre rappresentanti di categoria, avrà il compito di informare gli operatori, esaminare e istruire i disciplinari e supportare l'ufficio competente nell'istruttoria per la concessione dell'uso del marchio "QS".


Fermo restando l'adeguamento di tutta la produzione dell'azienda agricola al disciplinare di qualità approvato con la Carta dall'assessorato, potranno richiedere la certificazione QS tutte le imprese primarie, di lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei Paesi dell'Unione europea. Sarà concessa però solo per le produzioni liberi da Ogm e che rientrano in una delle tre tipologie di prodotti: Dop, Igp, Stg, Bio, certificati Ue, vino e bevande alcoliche, il cui controllo è esercitato da un organismo designato dal Mipaaf e approvato dallo stesso ministero; alimenti la cui qualità è assicurata dalle nuove tecniche di produzione integrata o da processi produttivi di elevato standard, il cui controllo è invece elaborato da un organismo, pubblico o misto, inserito nell'elenco ministeriale o regionale, come stabilisce il "Piano per i Servizi avanzati, la Ricerca e I'Innovazione". Il logo QS, che sarà approvato con un successivo decreto assessoriale, potrà essere concesso anche ai punti di ristorazione che somministrano prodotti a marchio.


Per ottenere la licenza di utilizzo – prosegue sempre la nota stampa ufficiale - è necessario inoltrare la richiesta al dipartimento per gli Interventi strutturali, attraverso l'apposita modulistica. Dopo l'istruttoria, se con esito positivo, l'assessorato rilascerà un'autorizzazione triennale, a titolo gratuito, corredata del materiale necessario alla riproduzione del logo, previo sottoscrizione con l'azienda di una convenzione per le condizioni d'uso. La violazione delle regole stabilite dalla "Carta d'uso" comporterà penalità di diverso grado: sanzione, sospensione o revoca della licenza. Viene istituito anche il "Registro del marchio", articolato in due elenchi: uno contiene la lista dei prodotti e servizi certificati Qs, con l'indicazione dell'organo di controllo competente, l'altro include le aziende agricole che somministrano prodotti a marchio. Carta e logo QS saranno inviati alla Commissione europea e saranno efficaci dalla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana dell'avviso del parere positivo della Commissione.




Local Genius
www.localgenius.eu
21 ottobre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook