Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius taranta wine Dotro libro briganti Rubino Rubino Monardo sponsor vini passiti jonio reggino Integra antonio-jerocades Istituto Agrario Catanzaro magazine-localgenius Video Calabria Fruit banner DOP JGP Vinitaly 2014 Vinitaly web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Agroalimentare italiano, Ice: incontri B2B con la Gdo cinese a Milano e a Napoli (15-18 Ott.)

Fra gli operatori cinesi partecipanti, molto importate è la presenza del Gruppo Olè, di Shanghai


Prende il via da lunedì 15 fino al 18 ottobre la quattro giorni di incontri B2B fra imprese italiane del settore agroalimentare e importatori cinesi della Grande Distribuzione Organizzata (Gdo). L’Iniziativa, organizzata dall’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane è suddivisa in due tappe: la prima si tiene a Milano il 15 e 16 ottobre presso i locali dell’Agenzia ICE in Corso Magenta mentre la seconda si terrà a Napoli il 17 e 18 ottobre nel  Centro Congressi Tiempo  presso il Centro Direzionale di Napoli. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale dell'Ice diramata il 15 ottobre 2012. Agli incontri B2B prenderanno parte 12 operatori in rappresentanza di importanti catene della Gdo cinesi, nonché importatori di prodotti agro alimentari. Fra gli operatori cinesi ben 8 appartengono alla grande distribuzione mentre dal lato italiano 179 sono le aziende partecipanti. Nel corso dell’ultimo decennio i consumi alimentari in Cina hanno fatto registrare una crescita sostenuta. Nel complesso, le importazioni dall’Italia, con circa  300 milioni di dollari Usa, hanno registrato nel 2011 - prosegue la nota stampa ufficiale che riportiamo qui di seguito integralmente - una variazione positiva  del 46,7% rispetto al 2010,  posizionando l’Italia al 25° posto tra i paesi fornitori di prodotti agroalimentari della Cina. 


Fra gli operatori cinesi partecipanti, molto importate è la presenza del  Gruppo Olè, di Shanghai, che distribuisce prodotti di alta gamma all’interno della China Resources Vanguard Group, uno dei giganti tra le catene distributive in Cina che nel 2011 ha realizzato un volume di affari pari a 82.7 miliardi  di RMB  (oltre 10 miliardi di euro) con i suoi 4.000 punti vendita e oltre 200.000 addetti. Il Gruppo Olè, nato nel 2004, possiede 28 punti vendita in tutta la Cina, comprese le aree metropolitane di Pechino, Shanghai, Shenzhen, Hangzhou, Ningbo, Shenyang, Guangzhou, Chongqing, Chengdu, e Jinan; realizza circa l’1% del volume di affari di Vanguard ed è rivolto ai consumatori cinesi  con reddito elevato e  sensibilità verso lo stile di vita occidentale. Dall’area di Pechino proviene invece - conclude la nota stampa Ice - il Gruppo Jenny Lou's in attività dal 1989. Agli inizi, Jenny Lou's trattava principalmente cibi freschi. Successivamente, con lo sviluppo del mercato ha adeguato la propria strategia di business diventando uno dei più affermati importatori e rivenditori al dettaglio di prodotti alimentari a Pechino. 




Local Genius
www.localgenius.eu
16 ottobre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook