Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Dotro libro briganti Colacino Wines Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Aspromonte, parte il progetto Paniere dei Prodotti del Parco


Il Parco Nazionale d’Aspromonte - si legge in una nota stampa ufficiale diramata il 26 settembre 2012 - prosegue con le iniziative di promozione e di valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità. È ai nastri di partenza il progetto “L’identità del Parco nei prodotti identitari” che prevede la valorizzazione delle produzioni agricole, agroalimentari e artigianali più rappresentative dei territori del Parco con l’obiettivo di costruire un vero e proprio “Paniere dei prodotti del Parco”. "L’obiettivo - prosegue la nota stampa del Parco dell'Aspromonte che riportiamo qui di seguito integralmente - è di mettere insieme tutte le produzioni identitarie, emblematiche dell’area protetta e delle aree limitrofe aspromontane che, beneficiando dei segni distintivi e di riconoscimento (a partire da un marchio specifico), potranno assumere un valore maggiore con un conseguente beneficio economico e concreto per la vasta comunità rurale ma anche per l’indotto connesso: dalla vendita diretta in azienda ai punti vendita, dagli spacci alimentari alla ristorazione tipica, anche al di fuori del territorio dell’area protetta. Con il Paniere dei prodotti identitari il Parco promuoverà le proprie risorse agricole, zootecniche e le peculiarità agroalimentari tradizionali che ancora oggi permangono come un vero e proprio giacimento enogastronomico spesso ancora da scoprire e da far emergere concretamente".


"Il progetto - si legge sempre nella nota stampa ufficiale - compone di varie fasi comprendenti, tra le altre, la partecipazione a fiere e manifestazioni tematiche. Si inizierà con l’animazione territoriale che mira al coinvolgimento dei comuni e dei produttori locali, quindi si passerà alla fase di approfondita conoscenza e valutazione del livello di presenza e di rappresentatività delle produzioni anche con lo sguardo rivolto alla biodiversità; poi si giungerà alla fase di caratterizzazione tecnica ed alla quantificazione dei prodotti che potranno rientrare all’interno del “Paniere dei prodotti del Parco”, i quali si potranno fregiare di apposito marchio, previa applicazione di un disciplinare specifico e compatibilmente con le norme sulle denominazioni di origine e sulle produzioni tipiche e di qualità. L’obiettivo del Consiglio direttivo del Parco dell’Aspromonte è di promuovere il vasto patrimonio agroalimentare del comprensorio e orientare i produttori verso forme di  cooperazione e soprattutto verso la razionalizzazione produttiva per la commercializzazione di beni che potranno finalmente raggiungere i mercati convenzionali e soprattutto la ristorazione, non solo i mercati di nicchia o quelli stagionali legati al turismo montano".


“L’identità di un territorio passa dalle proprie risorse, con particolare riferimento ai prodotti locali e caratteristici di cui il comprensorio del Parco e l’Aspromonte intero sono ricchi - ha dichiarato Sergio Laganà, consigliere del Parco -. Oggi il turismo enogastronomico, culturale ed ambientale attira i flussi turistici principali, i quali si orientano proprio in virtù dell’offerta che un territorio propone e della sua corretta promozione. Il “Paniere dei prodotti del Parco” – continua Laganà – vuole essere un elemento di attrazione oltre che una risorsa economica concreta per le comunità locali. È un progetto anche di svolta culturale tramite il quale sarà possibile evidenziare la corretta distinzione tra prodotti caratteristici e prodotti tipici e di qualità a marchio, così come previsto dalla norma vigente". "Grazie a questa iniziativa – conclude Laganà – alla luce dei recenti regolamenti comunitari, molti prodotti del Parco potranno fregiarsi della nuova definizione di prodotti di montagna”.




Local Genius
www.localgenius.eu
26 settembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook