Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius taranta wine Dotro libro briganti Rubino Rubino Monardo sponsor vini passiti jonio reggino Integra antonio-jerocades Istituto Agrario Catanzaro magazine-localgenius Video Calabria Fruit banner DOP JGP Vinitaly 2014 Vinitaly web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Botteghe degli artisti sul Parco fluviale di Cosenza. Parte avviso di gara

Previste 27 “scatole d’arte” in legno lamellare prefabbricato, da assegnare periodicamente a pittori, scultori, artigiani, incisori e musicisti

Le Botteghe in legno per artigiani e artisti sul Parco...

Le Botteghe in legno per artigiani e artisti sul Parco fluviale di Cosenza, un'immagine dal progetto (fotografia allegata alla nota stampa ufficiale)

Al giro di boa del primo anno, per larga parte incentrato su un intenso impegno programmatico, l’esecutivo guidato dal sindaco di Cosenza Mario Occhiuto avvia oggi - si legge in una nota stampa ufficiale diramata il 23 ottobre 2012 e che qui di seguito riportiamo integralmente - la fase dei lavori e dell’attuazione dei tanti progetti inseriti nell’indirizzo politico-amministrativo. Fra questi rientra anche la riqualificazione nonché la rifunzionalizzazione ricreativo-culturale del Parco fluviale, con la realizzazione e la messa in opera delle Botteghe degli artisti per le quali è stato pubblicato l’avviso di gara a procedura aperta sul sito ufficiale di Palazzo dei Bruzi (il termine di ricevimento delle offerte è fissato al 21 dicembre 2012 alle ore 12). Per un importo complessivo di 2.450.000,00 euro finanziati dai Por Calabria Fesr 2007/2013, nell’ambito dei Pisu Area Urbana Cosenza-Rende, gli interventi in progetto nella zona adiacente il fiume Crati vedranno la riproposizione, in chiave moderna, della cultura del lavoro che nel ‘900 era presente in quest’area. Il Parco fluviale che ricade nel perimetro del centro antico, è infatti il luogo storico del lavoro fin dal principio del secolo scorso, di cui ricordi urbani restano l’alta ciminiera in mattoni datata 1910, testimonianza di un opificio dell’argilla, unica rimasta fra le diverse che sino agli anni Cinquanta svettavano nel tessuto urbano cittadino, la fabbrica dismessa “Mancuso e Ferro” e le case dei lavoratori presenti nell’adiacente quartiere di Casali. In 27 “scatole d’arte” in legno lamellare prefabbricato, da assegnare periodicamente a pittori, scultori, artigiani, incisori e musicisti, si dislocheranno laboratori suddivisi per lotti e sviluppati su due livelli: al piano terra atelier ed esposizione, al primo piano laboratorio e servizi. Non esistono sul territorio regionale - leggiamo sempre testualmente dalla nota stampa ufficiale - strutture simili per flussi turistici e commerciali che attraggano durante tutto il periodo dell’anno. “E’ per me motivo di grande soddisfazione annunciare una nuova e intensa stagione di importanti opere pubbliche nella nostra città – afferma il sindaco Mario Occhiuto –. Proprio questa mattina (23 ottobre, ndr) sono scaduti i termini per il bando di gara sulla riqualificazione di piazza Bilotti e ancora oggi abbiamo pubblicato l’avviso per quanti vorranno concorrere alla rifunzionalizzazione del Parco fluviale con la realizzazione delle Botteghe degli artisti. L’obiettivo è quello di rendere Cosenza sempre più bella e attraente, incrementando la ricchezza del territorio grazie a una forte capacità di richiamo turistico. Solo così il Comune può stimolare la creazione di opportunità di lavoro e di occupazione in questo momento tragico per i giovani e per le famiglie causato dalla crisi globale. La nostra città – aggiunge Occhiuto - può puntare su una notevole bellezza paesaggistica, ed è andando a valorizzare i suoi stessi scenari naturali, come in occasione delle numerose manifestazioni estive già organizzate, che intendiamo incrementare lo sviluppo urbano sotto molti punti di vista. Puntare sul recupero della nostra storia e sulla originaria vocazione dei luoghi, è un modo per far rinascere la quotidianità di questi luoghi accrescendone la fruizione sempre più profonda, non solo da parte dei residenti”.




Local Genius
www.localgenius.eu
24 ottobre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook