Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Dotro libro briganti Colacino Wines Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Calabria Jones e beni archeologici, Caligiuri: un progetto innovativo


L’Assessore regionale alla Cultura della Calabria, Mario Caligiuri, in occasione dell’incontro che si è tenuto ieri mattina (giovedì 6 settembre, ndr) alla Fondazione “Terina” di Lamezia Terme (Catanzaro), con Dirigenti scolastici, professori, allievi ed esperti del progetto “Calabria Jones”, ha sottolineato che con “con Calabria Jones, che giunto a metà dell’opera si sta rivelando il progetto di educazione all’archeologia più importante e innovativo finora realizzato in Italia, stiamo trasformando gli studenti delle scuole medie per essere i primi promotori dei beni culturali calabresi”. Il confronto – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale diramata il 6 settembre 2012 e che riportiamo qui di seguito integralmente - è servito per confrontarsi sull’andamento del progetto che ha avuto inizio l’1 luglio e si concluderà il prossimo 15 ottobre. Delle 110 scuole incluse nel progetto, 26, cioè il 23%, hanno completato l’itinerario, e degli oltre quattromila studenti complessivamente coinvolti, 1.256 hanno già potuto conoscere e studiare i beni archeologici della Calabria. “Abbiamo realizzato questo progetto per costruire l’identità dei nostri ragazzi – spiega Caligiuri – che con “Calabria Jones” vanno alla scoperta delle nostre radici. L’entusiasmo è palpabile e il riscontro è positivo”. Evidenti anche le ricadute economiche, con 5.500 pernottamenti, finora, negli alberghi calabresi. Saranno intorno a 20mila quando tutte le scuole avranno completato gli itinerari; 72 sono invece gli esperti di beni culturali coinvolti e 161 i docenti esterni specializzati.


“Confrontarsi con gli autentici protagonisti di “Calabria Jones” - aggiunge Caligiuri - è il modo migliore per individuare anche le inevitabili criticità. Prenderemo atto dei punti di debolezza e ribadiremo i punti di forza nel prosieguo del progetto e per fare ancora meglio nella già prevista edizione del prossimo anno”. Caligiuri ha poi illustrato l’itinerario che dal 12 al 14 settembre sarà percorso da Roberto Giacobbo, vice direttore di Rai Due e ideatore della trasmissione “Voyager”, che s’inoltrerà fra i misteri della Calabria. Si sono poi registrati gli interventi di dirigenti, docenti, esperti e studenti, anche attraverso la proiezione di slides e con la presentazione dei materiali realizzati durante il progetto. Caligiuri ha concluso i lavori commentando tutti gli intervento e ribadendo che il Presidente Scopelliti sta seguendo con particolare attenzione i risultati di questo innovativo progetto.




Local Genius
www.localgenius.eu
7 settembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook