Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Campagna di pesca 2013 del tonno rosso: la quota di cattura totale sale di 500 tonnellate


Nel fornire sinteticamente il quadro delle novità scaturite dalla 18ma sessione annuale dell'Iccat tenutasi ad Agadir, Lega Pesca giudica equilibrate le Raccomandazioni  Iccat 12/03 e 12/08 che regoleranno la prossima campagna di pesca del tonno rosso. La quota di cattura totale è salita, seppur di sole 500 tonnellate, il che ostenta un segnale molto positivo sullo stato dello stock. Ancora più positivo è l’aumento della quota Ue che passa dalle attuali 5.756,41 tonnellate alle 7.548,06 per il 2013 (incremento del 30%). La campagna di pesca delle tonnare volanti slitta dal 16 maggio/14 giugno al 26 maggio/24 giugno, assecondando una richiesta presentata dall’Italia. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale di Lega Pesca diramata il 4 gennaio 2013 e che riportiamo integralmente. Le catture accidentali di individui sotto-taglia da parte di imbarcazioni in possesso di quota di cattura - prosegue la nota stampa - possono arrivare fino al 5% in numero di individui per singola operazione di pesca. Il loro peso totale va comunque conteggiato nella quota. Per quanto riguarda le catture accidentali di tonno rosso da parte di barche non in possesso di quota rimane invariata la percentuale del 5% in peso o numero di individui sul totale catturato. Il limite del 5%, però, non si applica se la legislazione dello Stato Membro prevede che tutto il pesce morto venga sbarcato (eliminazione di rigetti). Anche in questo caso il peso totale va detratto dalla quota nazionale. Se lo Stato Membro ha già raggiunto il limite di quota di cattura deve fare quanto possibile affinché le catture accessorie vengano rilasciate vive. In caso di individui morti, questi devono essere sbarcati, confiscati e devono essere avviate le previste azioni di vendita (asta/beneficienza). Tutte le operazioni di sbarco di tonno rosso possono essere effettuate solo nei porti designati ed i quantitativi vanno riportati nel giornale di bordo. A partire da maggio 2013 si applicherà il sistema di trasmissione del Documento di Cattura Elettronico (eBCD), ma fino al febbraio 2014 sarà ancora accettato il sistema di trasmissione cartaceo.




Local Genius
www.localgenius.eu
5 gennaio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook