Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Dotro libro briganti Colacino Wines Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Caparra e Siciliani: orgoglio per il Cirò Rosso Classico Superiore Riserva Volvito

Volvito, etichetta di punta della Caparra e Siciliani

Volvito, etichetta di punta della Caparra e Siciliani

Ancora un grande successo per la storica casa vinicola “Caparra e Siciliani” alla quale la nota guida a “I vini d’Italia 2013” de “l’Espresso”, da pochi giorni disponibile in libreria e nelle edicole più fornite, ha appena riconosciuto, per il Cirò Rosso Classico Superiore Riserva Volvito 2009, il marchio di vino dell’eccellenza (destinata, come recita la guida stessa, ai “vini di qualità davvero rara ed eccezionale”), il primo posto nello speciale albo dei migliori vini della Calabria e il primo posto nella classifica dei “migliori acquisti della Regione” per rapporto qualità prezzo. Inoltre, “Caparra e Siciliani” si è guadagnata la seconda stella, simbolo che identifica le migliori aziende vinicole d’Italia al punto che è questo il “marchio” che, nella guida, contraddistingue alcune fra le cantine più prestigiose del mondo, da Antinori a Gaja, da Bellavista a Ornellaia, da Tasca d’Almerita a Biondi Santi. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata dalle cantine "Caparra e Siciliani" il 12 ottobre 2012. Il giudizio de “l’Espresso” raffigurato dalle ambitissime cinque bottiglie (e il conseguente importantissimo punteggio (18 ventesimi) al Volvito) è - leggiamo sempre testualmente nella nota stampa ufficiale che riportiamo qui di seguito nella sua stesrua integrale - una lusinghiera conferma. Nella Guida del 2011 gli esperti curatori avevano premiato la Riserva Volvito 2007 definendola “forse la migliore mai prodotta fin qui, da considerare senza mezzi termini come la quintessenza di un grande rosso mediterraneo”. Nel 2012 il vino di punta dell’azienda si era ripetuto. La guida lo aveva paragonato a un “Nebbiolo di mare salmastro e sfumato” salutando così il risultato raggiunto da Caparra e Siciliani e dal suo noto enologo: “Era davvero difficile - scriveva “l’Espresso” - ipotizzare una selezione capace di competere con quella presentata lo scorso anno, ma Salvatore Caparra e Fabrizio Ciufoli sono riusciti a stupirci”. E oggi, nell’edizione 2013, vengono esaltati “il colore saturo e intenso, i profumi di frutta con venature di cacao amaro, l’attacco di bocca molto pimpante, le note di capperi e acciughe, il carattere avvolgente, i tannini saporiti, il carattere succoso e naturale nell’allungo di fine bocca” imbottigliati da un casa vinicola che “rappresenta dai primi anni ’60 un saldo punto di riferimento” e si caratterizza per “versioni di Cirò fra le più autentiche e vibranti in circolazione, capaci di conservare a lungo una configurazione giocata su equilibri sottili e di affinare nel tempo l’affascinant5e personalità del grande rosso mediterraneo”. 


Da qui - precisa ancora la nota stampa ufficiale - il primo posto del Volvito fra i vini calabresi e la vittoria anche nella classifica stilata in base al rapporto qualità prezzo, “titolo” di questi tempi molto gradito alle case vinicole che, come “Caparra e Siciliani”, stanno lavorando per rendere accessibile… l’eccellenza. L’azienda di Cirò, oltre alla medaglia d’oro, ha comunque conquistato anche la medaglia d’argento in entrambe le graduatorie con il suo Rosso Classico Superiore Riserva 2009. Un ulteriore premio che proietta ancora più in alto un’azienda ormai stabilmente… in alta quota. Soprattutto da quando Alitalia, nel novembre scorso, ha scelto per la classe “Magnifica” sui voli intercontinentali e su alcuni voli continentali proprio il Volvito e l’altro “gioiello di famiglia”, il Mastrogiurato. Offerti anche al Papa durante uno dei suoi viaggi apostolici a bordo della compagnia italiana.




Local Genius
www.localgenius.eu
12 ottobre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook