Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Comune di Lamezia Terme: stanziamento di nuovi fondi per il contrasto alla povertà e per la solidarietà


Oltre al consueto contributo di pronto intervento alle famiglie in difficoltà e quello a sostegno dell'Emporio alimentare di solidarietà, l'Amministrazione comunale di Lamezia Terme (Cz) ha stanziato ulteriori 435 mila euro per una serie di interventi mirati a contrastare la povertà e sostenere i nuclei familiari disagiati. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata dal Comune di Lamezia Terme il 30 gennaio 2013 e che riproduciamo integralmente. In particolare - precisa la nota ufficiale - si tratta di contributi nei confronti delle famiglie che hanno ricevuto uno sfratto esecutivo per morosità, per spese inerenti un nuovo contratto oppure eventuale proroga del precedente. A questo scopo sono stati stanziati  86.000,00 euro  complessivi con un importo massimo concedibile per ciascuna famiglia, tra mensilità e anticipazione caparra, pari a 1.800,00, euro. Inoltre sono stati stanziati altri 14.000,00 euro per nuclei familiari in assistenza alloggiativa scaduta, per spese inerenti un nuovo contratto privato (importo massimo concedibile per ciascuna famiglia tra mensilità e anticipazione caparra pari a 1.400,00 euro). Altri  60.000,00 euro  sono stati stanziati per i nuclei familiari a basso reddito, al cui interno vi sia la presenza di un membro con handicap grave o con gravi patologie che necessitano di farmaci non mutuabili dal servizio sanitario nazionale e titolari di contratto di locazione regolarmente registrato (importo concedibile pari a 600,00 euro). Per tutti questi interventi nei prossimi giorni sarà pubblicato un avviso pubblico e tutti gli interessati potranno rivolgersi all'apposito sportello dei Servizi sociali.


Inoltre sarà pubblicato un bando per l'assegnazione - citiamo sempre testualmente dalla nota ufficiale - di altri 175.000,00 euro per nuclei familiari a basso reddito titolari di contratto di locazione regolarmente registrato (anche in questo caso l'importo massimo concedibile sarà di 600 euro). I contributi riguardano anche nuclei familiari a basso reddito, con un solo genitore e con figli a carico di età non superiore a 21 anni, per spese varie (spese sanitarie non mutuabili, occhiali, bollette, alimenti, spese scolastiche) o con presenza di donna in gravidanza che a causa di particolare situazioni socio-economiche sono a rischio di aborto, per un importo massimo concedibile pari a  1.200,00 euro (somma stanziata e da poter utilizzare 100.000,00 euro). I nuclei familiari dovranno possedere un reddito complessivo non superiore a  10.000,00, euro (derogabile qualora il limite sia leggermente superato e si tratti di casi di particolari e comprovate situazioni in cui appaia ad ogni evidenza equo procedere alla concessione del beneficio).


“L'Amministrazione comunale – ha dichiarato l'assessore alle Politiche sociali, Anna Maione – è vicina ai cittadini che versano in condizioni di disagio per la mancanza totale o per l'inadeguatezza del reddito rispetto al reale bisogno. Tali interventi hanno come fine quello di costruire una città ed una comunità più equa, solidale ed inclusiva, capace di mettere la famiglia, con i suoi bisogni, al centro delle proprie politiche. In questo particolare e drammatico momento di difficoltà economica, a causa degli effetti della crisi, che colpisce le fasce più deboli della popolazione, un primo e grave problema è quello legato alle condizioni abitative. Infatti molte famiglie non riescono a pagare l'affitto e si trovano in situazioni di morosità con il rischio di uno sfratto esecutivo. Al contempo aumentano le famiglie monoparentali a causa dell'aumentare delle separazioni o le situazioni in cui è difficile portare a termine una gravidanza per le condizioni socio-economiche in cui versano molte famiglie. Pertanto tale intervento vuole essere a sostegno della genitorialità affinché sia tutelata la dignità della famiglia, cellula fondamentale della società”. “Abbiamo puntato – ha aggiunto il sindaco Gianni Speranza – su azioni significative di contrasto alla povertà, mettendo insieme cifre risparmiate nel 2012 insieme ad altre che si prevedono nel bilancio 2013. Auspichiamo ora che ci sia anche un intervento nazionale e regionale, per frenare il dilagare della povertà sempre più drammatica in Italia così come nella nostra regione e nella nostra città”.




Local Genius
www.localgenius.eu
31 gennaio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook