Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Condizioni ambientali, stile di vita e insorgenza dei tumori: si rafforza intesa con università Harvard


Si rafforza l'intesa fra il ministero dell'Ambiente e il Centro per le ricerche sul cancro (Bidmc) dell'università statunitense di Harvard per capire perché, a parità di condizioni ambientali e di stile di vita, il cancro colpisce alcune persone e non altre. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale del Ministero, diramata il 6 novembre 2012, e che qui di seguito riportiamo integralmente. Lo studio del genoma umano è al centro delprogetto che il ministro Corrado Clini rilancia, allargandolo anche alle imprese che fanno innovazione ambientale, per poter comprendere i meccanismi in base ai quali due persone esposte alle stesse sostanze cancerogene (l'amianto, il cloruro di vinile e così via) o ad analoghi stili di vita pericolosi (come il fumo) possono avere destini diversissimi. "Il progetto, già approvato dal Cipe, prevede un Centro di Riferimento per lo sviluppo in Italia di studi sul genoma - afferma il ministro Clini -per prevenire i rischi ambientali e per difendere la salute. Per esempio, se capiremo qual è il meccanismo genetico di formazione del cancro, si potrà già in anticipo decidere chi potrà svolgere in sicurezza lavori o avere stili di vita che sarebbero pericolosissimi per altri". La ricerca, che potrebbe dare esiti rivoluzionari per la prevenzione e la cura dei tumori, è d'attualità per la complessa e controversa vicenda dell'Ilva di Taranto, che ha riportato al centro dell'attenzione pubblica il tema del rapporto tra inquinamento ambientale e tumori, tema già emerso ciclicamente nei decenni scorsi per esempio a Marghera, a Priolo, a Rosignano Solvay, a Casale Monferrato, a Seveso.




Local Genius
www.localgenius.eu
7 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook