Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Cosenza, stagione Quintieri: un concerto (pianoforte e violino) al Teatro Rendano


Secondo appuntamento, giovedì 14 febbraio, della stagione concertistica 2013 dell’Associazione “Maurizio Quintieri” di Cosenza che ha pensato alla festa degli innamorati riservando ad ogni coppia la possibilità di fruire di un ingresso gratuito (si pagherà, insomma, un solo biglietto). In programma, alle ore 20.00, nella Sala “Quintieri” del Teatro “Rendano”, il concerto del duo formato dal violinista Roberto D'Auria e dal pianista cosentino Andrea Bauleo. E' quanto si legge in una nota stampa di presentazione diramata il 13 febbraio 2013, e che riportiamo integralmente. Saranno eseguite musiche di Prokofiev, Tchaikowsky, Wieniawsky, Tartini, Paganini e Bazzini, per un percorso musicale nella scuola violinistica italiana fra Settecento e Ottocento, che fu il punto di riferimento più importante per tutta l'Europa. Così accadde che Tartini fondò la celebre Scuola delle Nazioni. Paganini non fu solo un funambolo del violino, ma il primo compositore moderno che diede al virtuosismo una dignità artistica tanto cara ai futuri romantici. Questa eredità italiana fu poi raccolta da molti musicisti dell'est europeo come Wieniawski, Tchaikovsky e Prokofiev.
 
 
Il diciottenne Roberto D'Auria - spiega la nota stampa - scopre il violino all’età di quattro anni e mezzo ed inizia il suo studio sotto la guida del Maestro Matteo Gigantino diplomandosi a diciassette anni con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. D'Auria, vincitore del Premio "Maria Quintieri" 2012, ha già ricevuto diversi riconoscimenti classificandosi primo assoluto in diversi concorsi nazionali ed internazionali tra cui il “Camenae d’Oro” di Pompei, l’“Hyperion” di Ciampino, il “Beethoven e i Classici” di Paestum, il "Rotary per i giovani violinisti" di Napoli e molti altri. Ha ricevuto il Premio Straordinario per la migliore interpretazione di un brano d'autore italiano al concorso "Francesco Pavia" di Castel San Giovanni eseguendo il IV Concerto in re minore di Niccolò Paganini. Attualmente studia presso la Scuola di Musica di Fiesole con il M° Felice Cusano. Andrea Bauleo è uno dei migliori pianisti cosentini che si affaccia sulla scena concertistica nazionale, vincitore di numerosi concorsi, si è diplomato a 18 anni con 110, lode e menzione d’onore sotto la guida di Giuseppe Maiorca.




Local Genius
www.localgenius.eu
14 febbraio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook