Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Hotel Marconi libro briganti Colacino Wines Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Frutta secca siciliana: la Regione presenta il Piano della filiera a Scicli


"La frutta secca siciliana, grazie alle sue qualità organolettiche e nutrizionali, è un patrimonio agroalimentare caratterizzato da una forte connotazione identitaria". Lo si afferma in una nota stampa della Regione Sicilia, diramata il 14 settembre 2012. "Domani, sabato 15 settembre, nel palazzo Spataro di Scicli, in provincia di Ragusa (in via Spataro 25), sede del Museo della cucina contadina, sarà presentato, alle ore 18 - si legge sempre nella nota stampa ufficiale che riportiamo qui di seguito integralmente - il Piano regionale della filiera. Un Piano atteso dai produttori da circa vent'anni. L'apertura dei lavori sarà preceduta, alle ore 17, da una visita al museo. Interverranno le autorità locali e i dirigenti generali dei dipartimenti per gli Interventi strutturali e infrastrutturali per l'agricoltura della Regione siciliana. Le coltivazioni di frutta secca, in Sicilia, assumono una particolare rilevanza perché, oltre a rappresentare una voce di bilancio in termini di produttività, hanno anche una funzione di tutela del suolo in termini naturalistici e paesaggistici. Considerata una domanda del prodotto in continua crescita e che le relative quotazioni dei prezzi sono destinate a salire, il Piano predisposto dall'assessorato regionale delle Risorse agricole e alimentari, si pone più obiettivi: competere nei mercati internazionali, offrendo al consumatore uno standard qualitativo alto; intervenire in maniera decisa sulle difficoltà della produzione isolana con un programma articolato, che prevede da un lato attività di tutela delle colture, dall'altro interventi di rilancio di una risorsa alimentare "Made in Sicily" preziosa, che può tornare a rappresentare una fonte di ricchezza e di occupazione".




Local Genius
www.localgenius.eu
14 settembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook