Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Il Bergamotto calabrese: i parlamentari Minniti, Oliverio e Laratta (Pd) interrogano il Governo

Nicodemo Oliverio, parlamentare calabrese del Pd

Nicodemo Oliverio, parlamentare calabrese del Pd

“Quali iniziative il Governo intende adottare per tutelare e salvare una coltura unica al mondo, come quella del bergamotto?”. E’ quanto chiedono - così come riferisce una nota stampa ufficiale diramata il 28 novembre 2012 - i parlamentari del Pd Nicodemo Oliverio, capogruppo in Commissione agricoltura alla Camera, Marco Minniti e Franco Laratta, in una interrogazione alla presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero della Politiche agricole, alimentari e forestali, ed al Ministero della Salute. “La coltivazione del bergamotto – sottolineano gli esponenti del Partito Democratico - è, nel mondo, da oltre un decennio strettamente limitata alla fascia jonica dell'area Grecanica della provincia di Reggio Calabria. La sua lavorazione e commercializzazione, è legata quasi esclusivamente all'olio essenziale, universalmente noto come «oro verde», la cui essenza è stata considerata sinora indispensabile nell'industria profumiera non solo per fissare il bouquet aromatico dei profumi, ma anche per armonizzare le altre essenze contenute in essi esaltandone le note di freschezza e fragranza. L'essenza è anche utilizzata nell'industria farmaceutica (per il suo potere antisettico e antibatterico, in odontoiatria, ginecologia, e altro) e nell'industria alimentare e dolciaria come aromatizzante di liquori, dolci e bevande. A testimonianza delle qualità contenute in questo frutto – aggiungono Oliverio, Minniti e Laratta - la Commissione europea, con il regolamento della Comunità europea n. 509 del 2001 del 15 marzo 2001 e la pubblicazione italiana del relativo disciplinare (provvedimento del 8 maggio 2001 nella Gazzetta ufficiale del 25 maggio 2001), ha riconosciuto al «Bergamotto di Reggio Calabria» la denominazione di origine protetta (DOP) olio essenziale. E’ di questi giorni però il grido d'allarme lanciato dal presidente del Consorzio del bergamotto Ezio Pizzi, dal presidente dell'Accademia del bergamotto Vittorio Caminiti e dai rappresentati calabresi di Coldiretti, Cia e Confagricoltura, secondo cui la stessa Unione europea, in contraddizione con le decisioni assunte negli anni precedenti che hanno contribuito alla valorizzazione del bergamotto, abbia recentemente proposto di limitare fortemente l'utilizzo di ingredienti essenziali, quali proprio l'olio di bergamotto, nella distillazione della maggior parte dei profumi e questo in relazione ad una stima secondo cui una fascia compresa tra l'1 ed il 3 per cento della popolazione europea è potenzialmente allergica ad alcuni ingredienti presenti nei profumi, per cui si propone di restringerne la concentrazione degli oli essenziali dal 12 per cento allo 0,01 per cento, a vantaggio di essenze sintetiche. E’ evidente che qualora tale proposta venisse approvata verrebbe messo a rischio una filiera biologica d'importanza mondiale, che sino ad oggi ha costituito una vera e propria perla della green economy italiana e che impiega oltre settemila addetti nelle circa 650 aziende agricole impiantate nella zona, con risvolti drammatici per l'intera economia calabrese in un comprensorio che, giova ricordarlo, annovera il triste primato del più alto tasso di disoccupazione d'Italia”.


Secondo i tre deputati democratici - prosegue la nota stampa ufficiale - “occorre assumere provvedimenti urgenti per impedire la scomparsa di un prodotto unico al mondo, con conseguenti contraccolpi negativi per l'intera economia calabrese ed in particolare di quella reggina”. Per questo, infine, Oliverio, Minniti e Laratta chiedono “quali iniziative il Governo intende intraprendere per aumentare la redditività delle aziende agricole operanti nel settore e per favorire la commercializzazione integrale del bergamotto; e se il Governo non ritiene opportuno, necessario e urgente intervenire presso l'Unione europea affinché la proposta di limitare fortemente l'utilizzo di ingredienti essenziali, quali proprio l'olio di bergamotto, nella distillazione della maggior parte dei profumi, venga ritirata, così continuando a favorire l'utilizzo di ingredienti naturali e di qualità, come il bergamotto".




Local Genius
www.localgenius.eu
29 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook