Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Il Cantastorie Nino Racco sul palco del Teatro comunale di Cassano Ionio

Lo spettacolo è un montaggio improvviso, deciso sera per sera, a seconda del contesto e dell´occasione

Nino Racco (foto alleagata alla nota stampa di...

Nino Racco (foto alleagata alla nota stampa di presentazione)

Sabato 17 novembre 2102 - si legge in una nota stampa di presentazione diramata il 16 novembre 2012 - continua la programmazione della residenza teatrale Orizzonti Paralleli diretta da Massimo Costabile per la Compagnia Lalineasottile in partnership con il Comune di Cassano Ionio (Cs). Sul palco del Teatro Comunale è di scena, alle ore 21.00, Nino Racco con Mondo Cantastorie. Mondo Cantastorie - precisa la nota stampa che riportiamo integralmente - è uno spettacolo-sintesi di Nino Racco che da oltre quindici anni si occupa del recupero e del rinnovamento della figura cantastoriale. Lungi da una ripetizione folklorica il Cantastorie di Nino Racco tenta anzitutto un’evoluzione in chiave teatrale e parallelamente vuole riprendere un discorso “storiografico” ripartendo da dove i vecchi cantastorie siciliani l’avevano lasciato (Portella della Ginestra di Ignazio Buttitta, le cantastoriate brevi di Rosa Balistreri). Lo spettacolo è un montaggio improvviso, deciso sera per sera, a seconda del contesto e dell'occasione, nel quale Nino Racco mette assieme stralci brevi o lunghi del suo tradizionale repertorio (Storia di Salvatore Giuliano, La Baronessa di Carini, Cola Pesce) per passare poi a cantastoriate più attuali che toccano temi quali i sequestri di persona in Calabria (Bubalina) o il suicidio del poeta e cantante Luigi Tenco. Nino Racco si forma come attore a Roma negli anni Ottanta. Nel 1982 - citiamo sempre testualmente dalla nota di presentazione - risulterà decisivo l'incontro con Jerzy Grotowski come anche l'esperienza col Teatro d'Acqua (1986-87) diretto da Marco Di Pietro. Poi fa rifluire la sua ricerca alle radici della teatralità meridionale: è la antica tradizione dei cantastorie siciliani. Nasce così il fortunato spettacolo Storia di Salvatore Giuliano (1989) che conoscerà ben 800 repliche in Italia e all'Estero. Su questa linea seguiranno La Baronessa di Carini (1998), L'amore Muore (2000), 'Ntricata Storia di Peppe Musolino (2001), Ciao Amore Ciao (2005), e Meridion (2007). Nel 2001 i primi riconoscimenti "per il recupero e il rinnovamento dell'arte cantastoriale": Paladino d'Oro 2001, Premio Pippo Fava per il Teatro 2001. Attualmente il lavoro è incentrato sulla funzione etica dell'attore-cantastorie.


MONDO CANTASTORIE 
di e con Nino Racco
Produzione Piccolo Teatro Umano




Local Genius
www.localgenius.eu
17 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook