Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Incontri al Salone del Gusto: Enzo Monaco e la Calabria del Peperoncino

L´Accademia che ha sede a Diamante ha presentato il progetto denominato Peperoncino di Calabria a Km doppio zero. Distribuito un depliant esplicativo contenente anche i semi per la coltivazione domestica

Enzo Monaco, presidente dell´Accademia del...

Enzo Monaco, presidente dell'Accademia del Peperoncino (Diamante, Calabria). Altre FOTO in Gallery

Calabria piccante. Calabria del peperoncino piccante. Un argomento diventato anche oggetto delle performance di comici ed artisti, che giocano su un motivo noto in tutto il mondo: i Calabresi che il peperoncino in polvere (si fa per dire, ovviamente) lo usano anche nel latte della prima colazione. L’esagerazione della satira risponde, ovviamente e come quasi sempre accade, a un grande fondo di verità. In Calabria il piccante rappresenta una parte fondamentale della storia agroalimentare di una regione antica. Si pensi, solo per proporre uno dei tanti esempi possibili, all’uso che se ne fa nei salumi (salsiccia, soppressata, lardo, pancetta…), o in molte pietanze tradizioni, come il Morzello catanzarese. Che dire poi di un altro salume piccante per eccellenza, nonché spalmabile, la ‘Nduja: partita da Spilinga, nel Vibonese, ha contagiato i palati del pianeta. La si usa per preparare crostini e bruschette negli antipasti, per condire gli spaghetti, per insaporire la pizza. Nell’ultima edizione del Salone del Gusto, a Torino, Local Genius ha incontrato un intellettuale che ha dedicato una vita di lavoro, di pensiero e di azione per promuovere e valorizzare il Peperoncino di Calabria: Enzo Monaco. Nella sua Diamante, costa tirrenica cosentina, ha fondato molti anni fa l’Accademia del Peperoncino, concentrato di saperi, studi, attività, festival, incontri, scambi di informazioni anche a livello planetario. Nella interessante kermesse di Slow Food, area espositiva organizzata dall’amministrazione provinciale di Cosenza, Enzo Monaco e la sua accademia hanno parlato di cultura del piccante e di peperoncino. In particolare, è stato dato spazio all’iniziativa denominata Peperoncino di Calabria. A Km doppio zero. Il motto che precisa è chiarissimo: dal davanzale della tua finestra i profumi dell’autentico “diavolillo” calabrese. L’Accademia ha distribuito un piccolo depliant contenente oltre che preziose informazioni e istruzioni, anche una bustina con una ventina di semi di Peperoncino di Calabria, della specie detta “a sigaretta”. Un vero e proprio decalogo vi guida dalla predisposizione del terriccio con torba e terra, ai suggerimenti per la raccolta. Ecco perché a “Km doppio zero”. Anzi, dai vostri peperoncini vi separeranno i pochi metri di distanza compresi tra il terrazzo e la cucina di casa. A breve Local Genius ritornerà sulle attività dell’Accademia del Peperoncino di Diamante e alle tante idee portate avanti, con passione e dedizione assoluta, da Enzo Monaco, nella convinzione che l’identità territoriale delle Calabrie è fortemente caratterizzata dalle atmosfere, dal gusto e dalle sensazioni del piccante. Sotto molti profili!




Galleria Fotografica
Local Genius
www.localgenius.eu
15 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook