Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Innovazione tecnologica per l’agroalimentare sardo: promozione e informazione con la start up Quality Find

Accordo sottoscritto da Confartigianato Imprese, presentazione sabato 22 aprile a Cagliari

Mappare le eccellenze alimentari certificate della Sardegna, promuovere le aziende produttrici di prodotti Dop, Igp, Bio e tipicità riconosciute, dare visibilità ai territori e far conoscere il tutto a cittadini e turisti attraverso la geolocalizzazione per gli smartphone. E’ questo il senso dell’accordo sottoscritto da Confartigianato Imprese Sardegna e Quality Find, innovativa start up sarda, che si alleano per offrire alle imprese dell’agroalimentare sardo strumenti che favoriscano la conoscenza delle certificazioni, rendano leggibile l’origine delle tipicità, migliorino la trasparenza per turisti e cittadini, offrano visibilità in appositi canali informatici e promuovano i territori e le produzioni. La start up ha infatti ideato un “aggregatore di operatori Dop/Igp, Pat, Bio, Presìdi Slow Food e tipicità riconosciute” ovvero un sistema di mappatura interattiva, attraverso il quale vengono rappresentate graficamente le aree di produzione tracciate dai disciplinari delle eccellenze agroalimentari a marchio di tutela. Lo si legge in unanota stampa ufficiale di Confartigianato Imprese Sardegna diramata il 19 aprile 2017, e che riportiamo integralmente. Attraverso una cartina intelligente – prosegue il comunicato -, si potrà andare a “caccia” delle eccellenze del food made in Sardegna come pane, pasta, dolci, vini, birre, carni, formaggi, pesci e conserve, tutto realizzato dalle imprese della Sardegna, laboratori e botteghe che offrono qualità, gusto, tradizione e genuinità, producendo ben 183 prodotti tradizionali sardi riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole, di cui ben 8 riconosciuti a livello europeo con le denominazioni Dop, Igp e Stg come l’Agnello di Sardegna, il Carciofo spinoso di Sardegna, il Fiore Sardo, il Pecorino Romano, il Pecorino Sardo, l’Olio di Sardegna e lo Zafferano di Sardegna e i Culurgionis d’Ogliastra.
 
 
Grazie all’accordo tra Confartigianato Sardegna e QualityFind – spiega la nota stampa -, le imprese sarde produttrici di qualità potranno inserirsi gratuitamente nella mappa compilando un semplice form di richiesta direttamente sul sito https://www.qualityfind.it/. Il progetto QualityFind verrà presentato sabato 22 aprile a Cagliari durante la giornata dedicata a incontri e confronti sulla comunicazione tra tessuto rurale, turismo e nuove tecnologie dal titolo “Ruralia”, con inizio alle ore 9.00 presso i locali di HubSpoke in Via Roma 235. La mattina sarà dedicata agli interventi di professionisti del settore mentre il pomeriggio al confronto diretto tra imprese produttrici di agroalimentare di qualità. All’interno dell’appuntamento, relazionerà anche il Segretario Regionale di Confartigianato Sardegna, Stefano Mameli, con l’intervento Un importante strumento per gli artigiani delle tradizioni agroalimentari: la convenzione tra QualityFind e Confartigianato. “Abbiamo voluto questa collaborazione perché la start up è riuscita a mettere insieme, valorizzandoli, l’innovazione e l’agroalimentare – afferma Maria Carmela Folchetti, presidente di Confartigianato Imprese Sardegna – poi perché si tratta di una reale opportunità per le imprese che realizzano prodotti di qualità ma che, molto spesso, non riescono a farsi trovare”. “La piattaforma, inoltre, può rivelarsi uno strumento utile anche per la lotta alla contraffazione – continua Folchetti - dobbiamo difendere le eccellenze contro falsificazioni e lavoro nero sia per tutelare il consumatore, sia per agevolare sui mercati quelle imprese che lavorano investendo nella qualità e salubrità delle loro produzioni”. “Infine, è fondamentale continuare a valorizzare il nostro patrimonio agroalimentare – conclude la Presidente - traducendolo in un sistema integrato e sinergico tra prodotti di qualità, territorio e percorsi turistici enogastronomici”.




Local Genius
www.localgenius.eu
20 aprile 2017

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook