Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Isola Capo Rizzuto: gli alunni delle scuole ripiantano gli alberi rubati


"La risposta migliore l’hanno data i bambini. I giovanissimi studenti di tre classi delle scuole elementari e medie di Isola Capo Rizzuto (Kr) che, armati di tanto entusiasmo e buona volontà, hanno piantato 45 alberelli di pino toscano al posto di quelli rubati nei giorni scorsi dal cimitero cittadino". E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata dal Comune di Isola Capo Rizzuto il 23 novembre 2012, e che qui di seguito pubblichiamo in maniera integrale. “È la risposta migliore che si poteva dare – ha commentato il sindaco di Isola, Carolina Girasole - a chi ha compiuto un gesto così vergognoso e ignobile quale quello di sottrarre gli alberi che avevamo appena piantato nel nostro cimitero”. In una splendida giornata di sole, accompagnati dai loro insegnanti, dal primo cittadino e da parte della Giunta comunale, i bambini hanno allegramente riparato al gravissimo torto fatto ad un luogo importante e sacro. “Un luogo prezioso per noi tutti – ha proseguito il sindaco Girasole – in cui riposano i nostri cari; un luogo che l’Amministrazione, piantando quegli alberi alle spalle delle cappelle, aveva voluto rendere più verde e accogliente”. Nei giorni scorsi qualcuno si era introdotto due volte all’interno del cimitero, espiantando gli alberi e portandoli via. “Un atto di grande inciviltà – ha spiegato il sindaco agli studenti – che ha danneggiato la comunità tutta. Oggi ripariamo a quel torto grazie ai nostri ragazzi, che col loro impegno e col loro entusiasmo hanno mostrato il volto migliore di questo paese. Ma oggi assumiamo tutti insieme anche un impegno, quello di contribuire, ciascuno per le proprie forze, a curare, tutelare e rispettare il bene comune, gli spazi di tutti. Non è solo il Comune a doversi assumere questa responsabilità. In questo percorso per far crescere il nostro paese dobbiamo essere tutti uniti, fare ciascuno il proprio dovere di buon cittadino. Perché tutte le cose buone che riusciremo a fare, saranno utili a tutta la comunità”.




Local Genius
www.localgenius.eu
24 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook