Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

La Pizzuta del Principe: premiato il vino Molarella, un pecorello in purezza

Per il binaco Igt Val di Neto la medaglia d’argento de La Selezione del Sindaco della Città del Vino

Il dottor Albino Bianchi, farmacista con la passione della...

Il dottor Albino Bianchi, farmacista con la passione della vitivinicoltura. Foto scattata durante la premiazione de "La Selezione del Sindaco"

La Pizzuta del Principe di Strongoli, in provincia di Crotone, ha ottenuto, alla fine di gennaio 2013, la medaglia d’argento nella competizione “La Selezione del Sindaco”. L’etichetta premiata è stata Molarella, un Igt Val di Neto bianco, prodotto con vitigno autoctono Pecorello al cento per cento. Alla cerimonia di premiazione, che si è svolta presso la sede dell’Assessorato regionale all’Agricoltura della Calabria, a Catanzaro, era presente il dottor Albino Bianchi, general manager della cantina. Il concorso “La Selezione del Sindaco” è organizzato dall’associazione nazionale “Le Città del Vino”, il cui coordinatore regionale è Giusy Crimi. Le uve Pecorello che daranno origine al Molarella, vengono vendemmiate nella seconda decade di settembre, in ore notturne, al fine di salvaguardare al massimo l’equilibrio dei profumi dal sole cocente. La preselezione delle uve avviene già in vigna, la pressatura degli acini è soffice, l’illimpidamento statico avviene a freddo. Il vino, che ha una capacità di invecchiamento di 4 anni, matura 5 mesi in acciaio e 2 in bottiglia. La cantina (vedi il sito ufficiale dal quale abbiamo tratto le menzionate notizie enologiche) consiglia di bere il Molarella già dall’imbottigliamento, e suggerisce abbinamenti con il pesce.


I vigneti dell’azienda La Pizzuta del Principe sono in territorio di Strongoli, nel medio Jonio calabrese, in provincia di Crotone. Inverni miti, dolci primavere, estati arse dal sole, brezze salmastre che giungono dal vicino mare: queste le caratteristiche climatiche salienti di un territorio da sempre vocato alle produzioni vitivinicole. Oltre alla cantina, l’azienda vanta anche un ottimo agriturismo circondato da vigneti, uliveti e boschi di pino marittimo. Il dottor Albino Bianchi è un farmacista appassionato di vini e segue con grande attenzione tutte le fasi della produzione, ovviamente coadiuvato da tecnici e specialisti del settore. E’ il marito della titolare dell’azienda agricola, Clara Ranieri.

 
Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.lapizzutadelprincipe.it


IN ALLEGATO UNA BOTTIGLIA DI MOLARELLA

Visualizza Allegato 1



Local Genius
www.localgenius.eu
4 febbraio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook