Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius taranta wine Dotro libro briganti Rubino Rubino Monardo sponsor vini passiti jonio reggino Integra antonio-jerocades Istituto Agrario Catanzaro magazine-localgenius Video Calabria Fruit banner DOP JGP Vinitaly 2014 Vinitaly web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

La Sagra di Donnici per esaltare Vini Doc, vitigni, culture e territorio

Presentato un ampio e articolato programma che si svolgerà dal 5 al 7 ottobre. Convegno sull´ingresso nella Dop Terre di Cosenza

Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

"La sagra dell’uva e del vino Donnici Doc cambia pelle, a cominciare dal nome, “Sapori d’autunno”. Il nuovo corso, tenuto a battesimo martedì 2 ottobre a Palazzo dei Bruzi, in occasione della conferenza stampa di presentazione della XXXII edizione della manifestazione, nata nel 1979, è coinciso anche con la prima uscita ufficiale dell’Associazione “Vivi Donnici” che si è aggiudicato il bando pubblicato dal Comune e che si occuperà dell’organizzazione della tre giorni in programma da venerdì 5 ottobre a domenica 7 ottobre". E quanto si legge in una nota stampa diramata dal Comune di Cosenza il 2 ottobre 2012.


"Un gruppo di giovani under 30 che, muovendosi in sinergia con le cinque aziende di produttori del Doc Donnici (Bozzo; Donnici 99; Monterosa; Spadafora; Terre del Gufo) tenterà di cambiare il volto della sagra. L’operazione rinnovamento - si legge sempre nella nota stampa ufficiale che riproduciamo qui di seguito integralmente - l’ha spiegata in conferenza stampa l’Assessore alla crescita economica urbana, attività economiche e produttive e al turismo Luciano Vigna. “Il nostro obiettivo – ha detto Vigna - è quello di trasformare una manifestazione che ha vissuto nel tempo alti e bassi e che aveva snaturato il suo ruolo, riducendosi al mero consumo di prodotti alimentari non sempre di qualità, in un evento di promozione delle nostre eccellenze che serva anche da traino per i flussi turistici importanti che interessano il territorio. La promozione di un territorio – ha detto ancora Vigna – passa inevitabilmente dalla sua capacità di presentare al mercato i prodotti enogastronomici di qualità". Come ulteriore elemento qualificante - leggiamo sempre testualmente - Vigna ha inoltre indicato lo spirito altamente collaborativo instauratosi tra l’associazione culturale “Vivi Donnici” e i cinque produttori del Doc. “L’Amministrazione comunale – ha concluso l’Assessore – punta molto su “Sapori d’autunno” perchè ci troviamo di fronte ad una ricchezza che dobbiamo essere in grado di utilizzare facendola interagire con le azioni volte allo sviluppo del turismo".


L’intervento dell’Assessore Vigna era stato preceduto da quello del consigliere comunale Francesco Spadafora, espressione del territorio sede della manifestazione. “La sagra dell’uva e del vino – ha rimarcato Spadafora – è un appuntamento importante non solo per la frazione di Donnici, ma per tutta la città di Cosenza. C’è un bisogno diffuso di valorizzare quelle eccellenze enogastronomiche che rappresentano la nostra vera ricchezza. Ecco perchè abbiamo chiesto al Sindaco di rinnovare la manifestazione per realizzare un vero e proprio programma di sviluppo che coinvolga tutto il territorio". Al tavolo della conferenza anche l’Assessore alla comunicazione del Comune di Cosenza Rosaria Succurro che ha sottolineato la necessità di una promozione sempre più capillare del territorio che deve passare necessariamente attraverso una buona comunicazione". A Michele Presta, in rappresentanza dell’Associazione “Vivi Donnici” è toccato il compito di illustrare nel dettaglio il programma di “Sapori d’autunno”, promosso dal Comune con il patrocinio della Provincia di Cosenza e della Regione Calabria.


Primo atto della giornata di apertura, venerdì 5 ottobre, alle ore 16.30, il convegno, al ristorante “La Coccinella”, sul tema “Il vino Donnici Doc nelle Terre di Cosenza” che sancirà l’ingresso ufficiale dei produttori del Donnici Doc, già perfezionato nel dicembre 2001, nel nuovo marchio Dop “Terre di Cosenza”, la denominazione unica con la quale saranno etichettati i vini prodotti nell’intero territorio provinciale, in sostituzione delle “vecchie” Doc e IGT. Una semplificazione, quest’ultima, che, pur consentendo l’indicazione nell’etichetta della sottozona nella quale è collocato il vigneto di provenienza, renderà più efficace la comunicazione delle produzioni di un territorio che negli ultimi anni ha visto un miglioramento esponenziale della qualità. Michele Presta ha nel suo intervento evidenziato tutto il desiderio, del gruppo di giovani di cui fa parte, di rilanciare il territorio donnicese, sia dal punto di vista storico-economico che sotto il profilo sociale. “Abbiamo voluto – ha spiegato – dare un taglio netto col passato per conferire alla manifestazione un nuovo stile". E questo modo nuovo di concepire la sagra - continuiamo a riferire testualmente dalla nota stampa ufficiale diramata dal Comune di Cosenza - passa attraverso lo spazio esclusivo affidato alle aziende produttrici del Donnici doc, le uniche abilitate durante la tre giorni della manifestazione, a vendere il vino. “Un primo passo questo – ha aggiunto Presta – per rendere la sagra migliore e diversa". Molto vario e articolato il programma, accanto all’allestimento degli stand (19 in tutto gli espositori): concerti di musica rock, classica e jazz, esibizioni di artisti di strada, esposizioni di opere pittoriche, ma anche mostre degli antichi mestieri, i giochi popolari delle 6 contrade della frazione e il ripristino del Palio degli Asini che mancava da diverse edizioni. In più, la possibilità di visite guidate alle cantine dei produttori a bordo del bus “ScopriCosenza”.


La conferenza stampa è stata conclusa dall’arch. Pierluigi Carci, delegato delle aziende produttrici del Donnici doc. Con l’occasione Carci ha consegnato all’Assessore Vigna, in assenza del Sindaco Mario Occhiuto, fuori città per altri impegni istituzionali, la pergamena con il riconoscimento della “Selezione del Sindaco”, il prestigioso concorso enologico internazionale riservato alle città del vino e che quest’anno ha attribuito una delle 60 medaglie d’oro in palio, su 1.600 vini partecipanti, al vino “Antico Diverzano”, un Donnici doc del 2008 prodotto dall’azienda “Donnici ‘99” di cui Carci è titolare. Una medaglia d’oro che viene assegnata non solo all’azienda, ma anche al Comune di appartenenza, in questo caso Cosenza. Anche per Pierluigi Carci la sagra necessita di un rinnovamento. “Occorre andare oltre la sagra – ha precisato – programmando il lavoro su lunghi periodi, attraverso un percorso che valorizzi le nostre realtà, nelle quali sono da ricomprendere ottimi Doc, ma altrettanto buoni IGT. Occorre sfatare un mito: non è solo il Doc il depositario e testimone dell’eccellenza". Local Genius seguirà direttamente lo svolgimento della manifestazione.


IL PROGRAMMA UFFICIALE DELLA MANIFESTAZIONE


Venerdi 5 Ottobre 2012
Ore 16:30 presso il ristorante pizzeria La Coccinella dibattito: "Il vino Donnici D.o.c nelle Terre di Cosenza".
Ore 18:00 Apertura Stands Enogastronomici.
Ore 15:00 Giochi delle Contrade.
Ore 21:00 Inizio Spettacoli.
 
Piazza Santa Maria: ore 21.30 Sugarfree
Piazza Penninello: ore 21.00 Elisir d'Amore (Coverband Mannarino)
La Piazzetta: ore 21.30 Mk Live presenta: Unplugged Rock Night.
Largo della Fontana: ore 21.00 Rassegna di poesie dei poeti Angelo Curcio e Brunella D’Angelo con l'attore Giovanni Turco.
Vicolo teatro: ore 22.00 Musica classica con il Duo Mazzei.
Piazza Sposato: Nonluntas jazz trio.
Corso Campanile: ore 21.00 Artisti di strada a cura di radio Ciroma e l'associazione Filo di Sophia.

 
Sabato 6 Ottobre 2012
 
Ore 15:00 : Giochi delle contrade
Ore 18:00 Apertura Stands Enogastronomici.
Ore 21:00 Piazza Santa Maria: ore 21.30 Macadam; ore 22:30 Invece
Piazza Penninello: ore 22:00 Takabum
Piazza Penninello: ore 21:00 Associazione teatrale Donnicinscena: "a ciarra nova"
La Piazzetta:ore 21.30 Mk Live presenta: Unplugged rock Night.
Largo della Fontana: ore 21:00 Sirius
Vicolo Teatro:ore 22:30 Drosophila Theatre presenta: Sppon River, goobye.
Corso Campanile: ore 21:00 Artisti di strada a cura di radio Ciroma e l'associazione Filo di Sophia.
 
Domenica 7 Ottobre 2012
 
Piazza Santa Maria: ore 12:00 Degustazione vini cantine donnicesi
Ore 16:00 Palio degli Asini
Ore 19:00 Manovre di Disostruzione pediatriche a cura della Croce Rossa Italiana
Piazza Santa Maria ore 21:00 Shot Roots; ore 22:15  Trafficanti d'Armonia
Piazza Penninello: ore 21:00 "Nichiamanu Briganti" (folk popolare).
Largo della Fontana: ore 21:00 Suoni colorati (pittura e musica).
Vicolo Teatro: ore 22:00 Ruinate (teatro e musica)
Piazza Sposato: ore 21:30 Jazz Trio Delifino
Corso Campanile: ore 21:00 Artisti di strada a cura di radio Ciroma e l'associazione filo di Sophia.

Durante la manifestazione mostra di pittura a cura degli artisti Angela Pagliaro, Ilaria Montenegro, Raffaella Reda.
Mostra antichi mestieri.




Local Genius
www.localgenius.eu
3 ottobre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook