Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius taranta wine Dotro libro briganti Rubino Rubino Monardo sponsor vini passiti jonio reggino Integra antonio-jerocades Istituto Agrario Catanzaro magazine-localgenius Video Calabria Fruit banner DOP JGP Vinitaly 2014 Vinitaly web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

La tipicità e il gusto del Made in Italy al Sial di Parigi: con Ice 180 aziende


Una vetrina internazionale, un appuntamento imperdibile, dove il gusto e la tradizione dei migliori prodotti dell’industria alimentare e del vino italiani sono di casa: si inaugura oggi a Parigi (domenica 20 ottobre 2012, ndr), e resterà aperta fino al 25 ottobre, il SIAL 2012, incontro biennale che richiama buyers ed esperti non solo dall’Europa ma anche da paesi d’oltreoceano come Cina, Giappone e Stati Uniti. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata dall'Ice il 21 ottobre 2012. La numerosa collettiva delle aziende italiane, coordinata dall‘ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, è composta - si legge nella nota stampa ufficiale che riportiamo qui di seguito integralmente - da oltre 180 aziende provenienti da tutte le regioni italiane, che espongono i loro prodotti nella HALL 1, su una superficie di 3000 mq. Ormai da molti anni il padiglione italiano al SIAL di Parigi rappresenta una delle più importanti presenze straniere, sia per superficie occupata che per numero di partecipanti: nell’edizione del 2010 l’Italia si è posizionata al secondo posto, subito dopo la Francia, seguita dalla Spagna e dalla Cina. L’ICE ha sempre affiancato, nel corso delle precedenti edizioni, le nostre aziende organizzando gli spazi espositivi e i servizi di assistenzain fiera.


«La numerosa partecipazione italiana all’edizione 2012 del SIAL- ha affermato Riccardo Monti, Presidente dell’Agenzia ICE- testimonia e conferma il grande interesse e la vitalità delle aziende del settore agroalimentare italiano, un comparto che si sta distinguendo come elemento trainante dell’economia e dell’export del nostro Paese. L'export alimentare - ha proseguito Monti - cresce in Europa e nel mondo e abbraccia tutti i settori, dalla pasta e dai prodotti da forno ai latticini e ai derivati dal latte fino alle carni lavoratee all’olio di oliva. Anche a livello extraeuropeo  paesi come Russia, Cina e Brasile  registrano incrementi di importazioni di prodotti alimentari italiani tra il 25 e il 28%.L’obiettivo della partecipazione italiana -ha concluso il Presidente dell’Agenzia Ice- è di consolidare le posizioni già acquisite non solo in Europa ma anche sui mercati internazionali, nonché incrementare l’offerta italiana, attraverso la presenza sempre più qualificata e diversificata delle nostre produzioni tipiche».


Un settore, quello dell’export alimentare italiano, che sembra non risentire dell’attuale crisi economica, mostrando un trend in crescita e valori con segno positivo per la gran parte dei prodotti che compongono la nostra bilancia agroalimentare: nel 2011 il valore complessivo delle esportazioni italiane di questo comparto è ammontato a 27.172 milioni di Euro, evidenziando un incremento in valore dell’ 8,0% rispetto al 2010. L’Unione Europea, con 18.499 milioni di euro (+5,7%), si conferma il principale mercato di sbocco dei prodotti agroalimentari Made in Italy; la Francia, in particolare, con 3.252 milioni di euro (+8,8%), è il secondo mercato di destinazione – subito dopo la Germania - delle esportazioni agroalimentari italiane. L’andamento positivo si conferma anche per i primi sei mesi del 2012, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, in particolar modo per due prodotti di punta del nostro export alimentare, come i vini e la pasta che hanno fatto registrare entrambi - a livello mondiale - un incremento del +7%, seguiti dal +4% dei prodotti lattiero caseari. Per l’edizione 2012 del SIAL sono previsti 6.000 espositori (di cui l’80%  provenienti da 100 paesi da tutto il mondo) e 140 mila visitatori, confermando un andamento in crescita rispetto ai dati fatti registrare nella precedente edizione del 2010.
 




Local Genius
www.localgenius.eu
22 ottobre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook