Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Lameziaeuropa Spa: Patti Territoriali della Calabria, entro giugno i progetti definitivi al Mise


Nel corso di un incontro svoltosi a Roma presso Anpaca il direttore generale del Ministero dello Sviluppo Economico Carlo Sappino ed il dirigente della divisione Interventi di programmazione territoriale Antonio Martini hanno illustrato la Circolare del 28 dicembre 2012 n° 43466 che stabilisce i criteri e le modalità per l’ammissibilità al finanziamento di interventi infrastrutturali a valere sulle risorse resesi disponibili a seguito dell’autorizzazione alla rimodulazione di quelle destinate ai patti territoriali ed ai contratti d’area. E' quanto si legge in una nota stampa diramata da Tullio Rispoli, dirigente di LameziaEuropa Spa, l'8 febbraio 2013. In particolare nella Circolare viene evidenziato - prosegue la nota stampa che riportiamo nella sua versione integrale - che i progetti infrastrutturali che potranno essere immediatamente finanziati per un importo su tutto il territorio nazionale pari a 116 milioni per i patti territoriali ed a 46 milioni per i contratti d’area potranno riguardare sia infrastrutture materiali per la realizzazione di nuove opere nonché lavori di adeguamento e completamento di opere pubbliche esistenti sia infrastrutture immateriali consistenti in reti tecnologiche e organizzative stabili e permanenti.


Per la Calabria sono interessati - citiamo sempre testualmente dalla nota di Rispoli - 4 Patti Territoriali per un importo complessivo di 17,5 milioni di euro così suddiviso: 6,6 milioni di euro per l’Alto Tirreno Cosentino, 5 milioni di euro per Catanzaro, 4,5 milioni di euro per la Locride ed 1,4 milioni di euro per il Patto Territoriale Lametino gestito da Lameziaeuropa spa che si aggiungono ai 3 milioni di euro già ottenuti negli anni scorsi a valere sul Patto Agrolametino ed utilizzati per la realizzazione del Mercato Ortofrutticolo all’ingrosso di Contrada Rotoli. Le infrastrutture finanziabili devono essere coerenti con le finalità e gli obiettivi del Patto Territoriale o Contratto d’Area sia da un punto di vista funzionale che temporale, nonché strettamente connesse alle esigenze di crescita economico-sociale a carattere territoriale. Il Soggetto Responsabile del Patto in qualità di soggetto proponente del progetto avrà tempo fino al 26 giugno 2013 per presentare al Mise il progetto definitivo o il documento progettuale equivalente dell’infrastruttura da realizzare corredato della documentazione specificata nella Circolare ed entro 120 giorni il ministero provvederà alla istruttoria del progetto.


“Dopo la comunicazione dello sblocco dei fondi avvenuta a giugno scorso – hanno detto il presidente di Lameziaeuropa Marcello Gaglioti ed il dirigente Tullio Rispoli presenti all’incontro – nonostante i tempi lunghi impiegati per la definizione delle procedure, esprimiamo apprezzamento per il lavoro svolto dal Mise in questi ultimi mesi sotto la guida del direttore Sappino e del dirigente Martini che ha portato alla definizione della Circolare e per la metodologia di lavoro annunciata dal Mise che per quanto riguarda l’individuazione dei criteri per la valutazione dei progetti sarà basata su una stretta collaborazione tra Mise, Anpaca e Soggetti Responsabili ed è mirata alla loro concreta realizzazione. Metodo di lavoro basato su concretezza e condivisone degli interventi con il territorio che Lameziaeuropa ha già potuto sperimentare positivamente per quanto riguarda  il dirigente Martini durante il suo mandato di Direttore Generale dell’assessorato alle attività produttive della Regione Calabria. Dopo diversi anni di confronto si ha la possibilità di utilizzare parte delle risorse finanziarie richieste attraverso le rimodulazioni rivenienti da rinunce e revoche e ciò è stato reso possibile anche grazie alla costante attività di stimolo e supporto operativo svolta da Anpaca  ed all’operato legislativo promosso tra il 2011 ed il 2012 dal presidente on. Doris Lo Moro”.


A tal fine Lameziaeuropa sta predisponendo la documentazione - leggiamo sempre nella nota stampa ufficiale - riguardante il progetto infrastrutturale per la realizzazione del Centro Servizi Polifunzionale per l’Area del Patto Territoriale Lametino finalizzato a coinvolgere tutti i soggetti beneficiari e promotori, a creare sistema fra le imprese ed ad accrescere la competitività e l’attrattività del territorio ed ha avviato, insieme al vicepresidente Daniela Tolomeo, un confronto con il Comune di Lamezia Terme in particolare con il vicesindaco Francesco Cicione, il direttore generale Biagio D’Ambrosio ed il dirigente Salvatore Orlando, per una verifica della fattibilità tecnica e amministrativa dell’intervento proposto sulla base dei contenuti della Circolare Ministeriale.




Local Genius
www.localgenius.eu
11 febbraio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook