Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius taranta wine Dotro libro briganti Rubino Rubino Monardo sponsor vini passiti jonio reggino Integra antonio-jerocades Istituto Agrario Catanzaro magazine-localgenius Video Calabria Fruit banner DOP JGP Vinitaly 2014 Vinitaly web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Le Castella, uno scenario che richiama alla mente i secoli dei pirati musulmani!

Lungo la costa jonica calabrese, pochi chilometri a sud di Crotone, un luogo che merita di essere visitato per il grande fascino che conserva

Le Castella, quasi un isolotto sulla costa jonica...

Le Castella, quasi un isolotto sulla costa jonica calabrese. Altre FOTO nella Gallery

Ci sono luoghi affascinanti perché trasudano storia, perché ci offrono sensazioni assolutamente uniche e irripetibili, perché i millenni li hanno plasmati conferendo loro sembianze e caratteristiche che, composte in atmosfere inimitabili, non smettono mai di stupire, di attrarre attenzione, di sollecitare la mente verso viaggi nel tempo. E’ il caso di Le Castella, che dal punto di vista amministrativo è una frazione del comune di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone. Siamo nella culla della Magna Grecia, a due passi da dove Pitagora insegnò al mondo occidentale a pensare, su un tratto stupendo di una costa jonica tutta da rivalutare (si veda a tal proposito un nostro specifico servizio: il link è citato in fondo a questo articolo, ndr).


Una fortezza imponente, adagiata su una sorta di isolotto legato alla terra ferma da una sottile striscia di sabbia e di ghiaia, si erge maestosa e nobile, austera e dignitosa. Le coste della Calabria sono punteggiate di torri e castelli eretti (o ricostruiti, adattati e trasformati partendo da precedenti manufatti) dalle esigenze difensive di Aragonesi e Spagnoli, dominatori che per oltre due secoli ebbero sotto il controllo delle loro truppe l’attuale Italia meridionale. Manieri, torri di guardia, fortificazioni complesse, muri di cinta comunicanti tra loro grazie a staffette di cavalli o per mezzo di fuochi, garantivano un sistema di monitoraggio, e poi di prima difesa, rispetto ai frequentissimi, cruenti e devastanti attacchi dei pirati nordafricani o delle ciurme ottomane. Quante vicende, quanti personaggi, quanti racconti.


Il sito riporta alla memoria i secoli passati, fino a fantasticare di soldataglie e bucanieri mediterranei, feudatari e damigelle, cristiani perseguitati e finanche "rinnegati", come il famoso Uccialì al quale dedicheremo presto un apposito articolo. Le Castella può essere facilmente raggiunta dalla statale jonica 106, una ventina di chilometri prima di arrivare, in direzione nord, nella magnogreca Crotone. Lasciata la strada principale, in due o tre minuti di auto o di bicicletta si giunge sulla costa e si incontra il magico scenario da visitare. Nonostante l’evidente disordine urbanistico che, tranne poche eccezioni, ha di fronte, il luogo conserva intatto il suo fascino. Le Castella è bella in ogni giorno dell’anno, d’estate con il sole a picco che rende l’acqua marina di un azzurro che incanta, o d’inverno, quando le nubi e il cielo grigio ci fanno pensare ai naufragi, alle tempeste che chissà quante barche e navi fecero affondare. Le luci della sera illuminano l’ampio castello sfidando le tenebre; l’alba e il silenzio delle primissime ore del mattino ce lo fanno gustare in tutta la sua intensa espressività.


Il maniero è visitabile anche all'interno, offrendo peraltro ottimi squarci panoramici. Percorrendo la strettissima fascia di terra che collega la riva a quella sorta di isolotto che lo sorregge, e indirizzandosi alle spalle dell’ingresso principale, è possibile ammirarlo con le spalle al mare, quasi come dalla prua di un nave. E l’immaginazione galoppa ancora, pensando a fuggitivi e prigionieri, a schiavi incatenati ai remi, a comandanti di galere pronti a sfidare gli assalti dei pirati musulmani, a grandi personalità dei secoli passati che si allontanavano dalla costa jonica o ad essa giungevano per attraversare l’antico bruzio. Local Genius considera Le Castella uno dei luoghi più meritevoli di attenzione del Belpaese.


Il link da consultare:
http://www.localgenius.eu/il-magna-grecia-life-style-una-proposta-positiva-al-mondo-globalizzato-30.htm




Galleria Fotografica
Local Genius
www.localgenius.eu
30 settembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook