Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Lega Pesca: il pescaturismo ligure fa scuola in Tunisia, nelle isole Kerkennah


Il pescaturismo ligure fa scuola in Tunisia. Lega Pesca esprime vivo apprezzamento per l'iniziativa di collaborazione internazionale e scambio di esperienze che, in risposta all'appello di un raggruppamento di Ogn locali, ha visto sbarcare in Tunisia il modello di eccellenza rappresentato dalla cooperativa "Il Pesce Pazzo" di Varazze, aderente a Legacoop Pesca Liguria. Nell'insolita veste di docente, è stato Davide Petrini, pescatore titolare anche dell'omonimo ristorante di Varazze, a dare lezione di pescaturismo alla comunità di pescatori della piccola pesca delle Isole KerKennah, area in cui il programma di sviluppo locale promosso dalle Ong tunisine punta su questa attività come strumento strategico per dare impulso e risollevare un'economia ancora estremamente povera e di sussistenza. E' quanto si legge in una nota ufficiale di Lega Pesca diramata il 21 dicembre 2012 e che riportiamo integralmente. Ciò è avvenuto nell'ambito di un workshop svolto il 17 e 19 dicembre presso le isole Kerkennah, Tunisia, un workshop organizzato congiuntamente da Ong locali e nazionali tunisine, con la partecipazione di due organizzazioni italiane: Lega Pesca e Istituto Tethys. Scopo del workshop era quello di mettere le basi - prosegue la nota ufficiale - per la promozione di ecoturismo sulle isole Kerkennah, valorizzando un’antica attività di pesca tradizionale denominata “charfia”, che consiste nella disposizione di lavorieri di fronde di palma disposti sui bassifondi costieri della zona. Davide Petrini (Lega Pesca – Pesce Pazzo) ha illustrato le proprie esperienze di pescaturismo in Liguria e fornito interessanti spunti e raccomandazioni per una sua possibile applicazione al sostegno delle charfia, dichiarandosi disponibile a condurre azioni di formazione. Giuseppe Notarbartolo di Sciara (Istituto Tethys) ha presentato vari esempi di “sea-watching” a livello globale e mediterraneo, ricordando l’importanza anche economica dell’interesse di un settore crescente del turismo per la biodiversità marina, che può essere sfruttato a beneficio delle economie costiere locali in concomitanza, ad esempio, di attività di pescaturismo. Abbiamo registrato un grandissimo interesse per il pescaturismo e gettato le basi per future collaborazioni con cui auspichiamo di poter rafforzare e valorizzare in ambito mediterraneo il ruolo del pescaturismo come contributo della pesca allo sviluppo sostenibile dell'area del Bacino.




Local Genius
www.localgenius.eu
24 dicembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook