Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius taranta wine Dotro libro briganti Rubino Rubino Monardo sponsor vini passiti jonio reggino Integra antonio-jerocades Istituto Agrario Catanzaro magazine-localgenius Video Calabria Fruit banner DOP JGP Vinitaly 2014 Vinitaly web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Marche: a Serrapetrona (MC), il 20 e il 21 maggio, il Festival della biodiversità agraria. Gusto e tradizioni

Si svolgerà a Serrapetrona (MC), il 20 e il 21 maggio, il Festival della biodiversità agraria. Dedicato al gusto e alla tradizione marchigiana, si terrà in occasione della Giornata nazionale della biodiversità agricola e alimentare.  Una “due giorni” dedicata ad approfondimenti tematici, degustazioni, racconti della tradizione, oltre a una mostra mercato animata dagli agricoltori custodi della biodiversità agraria marchigiana. Lo si legge in una nota stampa ufficiale diramata dalla Regione Marche e che riportiamo integralmente. Approfondimenti tematici e iniziative di intrattenimento consentiranno ai visitatori di “vivere e gustare un’atmosfera unica, all’insegna della tradizione che sa guardare al futuro”, commenta la vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura. L’iniziativa è promossa dalla Regione Marche, dall’Assam e dal Comune di Serrapetrona. In coincidenza con la “Notte dei musei” del 20 maggio, presso la Fondazione Claudi saranno aperte al pubblico le mostre su “Vittorio Claudi” e quella paleontologica “Attrezzi, ornamenti, armi e corazze”.
 
Secondo Casini, “la biodiversità è un valore e una ricchezza del territorio da non disperdere, ma valorizzare. È un valore perché frutto della selezione naturale e della conservazione di un patrimonio genetico unico. Una ricchezza perché sinonimo di qualità e sviluppo sostenibile da tramandare alle nuove generazioni”. Le Marche hanno disciplinato la materia con la legge regionale 12/2003 che ha affidato all'Assam la gestione del repertorio regionale e la rete di conservazione della biodiversità. “La salvaguardia delle verità locali ha un valore assoluto per l’agricoltura, perché legata alle tradizioni e alle consuetudini agricole, alle peculiarità agroalimentari che ogni territorio ha saputo promuovere – sostiene l’assessore - .Oggi la qualità rappresenta un valore aggiunto che il mercato sa apprezzare e un volano per lo sviluppo delle aree interne. La marginalità di questi contesti, seppure rappresenti un limite innegabile, grazie alla biodiversità agraria diventa un fattore di sviluppo su cui investire, specie a seguito degli eventi sismici che richiedono una nuova progettualità per rilanciare l’economia e il contesto sociale delle aree appenniniche duramente provate dal terremoto”. 




Local Genius
www.localgenius.eu
19 maggio 2017

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook