Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Marcinelle, in eterno ricordo del sacrificio dei minatori italiani in Belgio

Targa d’oro a don Giovanni Bordignon, 74 anni, missionario scalabriniano veneto che si è battuto, durante il suo servizio e insieme ai minatori, perché la miniera di Marcinelle fosse salvata dalla demolizione

Da sin. a ds.: il presidente della Vicentini nel Mondo,...

Da sin. a ds.: il presidente della Vicentini nel Mondo, Marco Appoggi; l’assessore Manuela Lanzarin; il missionario don Giovanni Bordignon; il sindaco di Lusiana Antonella Corradin (foto allegata alla nota stampa)

“Domenica ho consegnato, insieme al sindaco di Lusiana e all’associazione dei Vicentini nel mondo, la targa d’oro a don Giovanni Bordignon, 74 anni, il missionario scalabriniano veneto che si è battuto, durante il suo servizio in Belgio,  insieme ai minatori perché la miniera di Marcinelle fosse salvata dalla demolizione e rimanga come monumento alla memoria del sacrificio immane dei nostri emigranti. Conservare i segni della memoria e onorare quanti ne sono testimoni, credo sia un atto doveroso di rispetto e di omaggio verso le vittime di quella tragedia e verso le sofferenze patite dai milioni di veneti che hanno lasciato la loro terra in cerca di lavoro e di futuro, pagando spesso un caro prezzo”. Così l’assessore regionale al sociale e i flussi migratori della Regione Veneto si unisce al ricordo per i 262 minatori, di cui la metà italiani e tra questi 5 veneti, periti nell’incendio della miniera di carbone Bois du Cazier di Marcinelle, in Belgio. Lo si legge in una nota stampa ufficiale diramata l’8 agosto 2017 dalla Regione Veneto, e che riportiamo integralmente.
 
“Quel sito ora è patrimonio dell’Umanità, per decisione dell’Unesco – aggiunge l’assessore – perché sia emblema delle tante, troppe tragedia dell’emigrazione e del lavoro, che purtroppo continuano a segnare la storia presente. Il ricordo delle vittime di ieri e di oggi sia un monito universale, a difesa del valore della vita umana e del lavoro in ogni luogo e in ogni condizione, contrastando miseria e sfruttamento”.




Local Genius
www.localgenius.eu
8 agosto 2017

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook