Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Dotro libro briganti Colacino Wines Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Mario Guidi al Governo: agricoltura strumento di crescita per il Paese


“Il nostro impegno è diretto a far comprendere cos’è l’agricoltura veramente e come vada considerata strumento di crescita per il Paese. Bisogna affermare il modello di un settore che crea valore”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura nel suo intervento finale al convegno su “Lavoro, occupazione, produttività”, così come riporta una nota stampa ufficiale diramata il 7 novembre 2012, e che qui di seguito riportiamo integralmente. “Molti – ha aggiunto Mario Guidi - mi chiedono come mai l’agricoltura sia anticiclica. Perché, nonostante la crisi e le difficoltà delle nostre aziende (che soffrono anch’esse per gli aumenti dei costi produttivi ed i consumi fermi, la pressione fiscale, la burocrazia), è un settore che mostra segnali di vitalità, ha la capacità di investire, di allargare l’operatività aziendale, di internazionalizzare e di innovare, che riesce a cogliere i segnali positivi in termini di produttività; è un settore stabile ma anche dinamico. I risultati raggiunti sono anche il frutto del buon lavoro fatto dalle parti sociali, di un modello di relazioni contrattuali che funziona”. “Siamo impegnati – ha proseguito il presidente di Confagricoltura - a rafforzare l’occupazione nella produttività, la stabilità è strettamente connessa all’incremento produttivo e quindi anche alla meritocrazia”. Nel corso del convegno - proponiamo sempre testualmente la nota stampa ufficiale di Confagricoltura nazionale - il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera si è dichiarato favorevole alla determinazione del reddito delle imprese agricole su base catastale che verrebbe, invece, abolita dalla legge di stabilità. “Auspico che in sede di conversione in legge del decreto - ha dichiarato il ministro - accogliendo le richieste della Confagricoltura, si aggiusti il tema dell'opzione tra fiscalità legata a bilanci e redditi catastali”. Il ministro per la P.A. e la Semplificazione Filippo Patroni Griffi ha ricordato che nel Ddl “Semplifica Italia” è prevista pure la norma delle assunzioni collettive di gruppi di imprese, come ha proposto Confagricoltura. “Una modalità – ha detto - che si spiega nell’ottica di un sistema a rete del settore agricolo; auspico un iter veloce di approvazione del provvedimento”. Da parte del ministro del Lavoro Elsa Fornero è venuta la proposta di avviare da gennaio un tavolo di concertazione sul lavoro agricolo in agricoltura. Favorevole il presidente di Confagricoltura Mario Guidi: “La concertazione ha un valore se serve a crescere”.




Local Genius
www.localgenius.eu
8 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook