Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Museo del Rock di Catanzaro: il 23 atteso concerto dei Take off Road


Cresce l’interesse per le serate di “Suoni e Visioni” al Museo del Rock di Catanzaro ed il motivo va ricercato oltre che nella rarità di un vinile d’epoca assoluto protagonista della scena, anche nell’impegno di Piergiorgio Caruso & C. che operano una rilettura culturale della storia del rock. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata il 21 novembre 2012, che riportiamo qui di seguito integralmente. La serata Beatles ha registrato un tutto esaurito dovuto alla popolarità dei Fab Four, ma comunque da ascrivere alla passione di un pubblico importante e competente, sempre attento alle vicende del rock e che ha inserito “Suoni e Visioni” nell’agenda degli eventi da non perdere. Un pubblico al quale gli organizzatori rivolgono un costante ringraziamento e che peraltro, e non era la prima volta, ha reso troppo piccoli gli spazi degli incontri musicali con quei “posti in piedi” salutati come ulteriore evento della serata. Il segnale più confortante - precisa la nota ufficiale -  arriva da tanti giovani e giovanissimi che partecipano al fianco degli immancabili testimoni di quelle generazioni che hanno vissuto la leggenda rock e che oggi amano riviverla. La formula (John+Paul+George+Ringo) come filo conduttore ha funzionato alla perfezione: nessun commento è apparso banale o privo di quella capacità critica in grado di tenere viva l’attenzione del pubblico ed aprire il confronto che di ogni ambito culturale è l’essenza. Così “Suoni e Visioni” ha da poco superato il primo anno di vita e continua a crescere in una struttura organizzativa ben collaudata, con il supporto logistico di Alchimia nei servizi d’accoglienza, di Giampiero Ferro, promotore di eccellenti serate a tema blues che mette a disposizione le strumentazioni tecniche, dei diversi autori che nell’ascolto delle proprie collezioni aiutano la costruzione delle storie da raccontare; il tutto, “last but not least”, sotto l’abile regia di Piergiorgio Caruso che del Museo del Rock è l’anima per eccellenza. “Grazie anche alla stampa locale – aggiunge Caruso - che ci sostiene costantemente”. E così, mentre cresce l’attesa per i prossimi appuntamenti (Lucio Battisti? Bob Dylan?), il Museo del Rock riapre alla musica dal vivo: dopo il successo della Big Noise Band di Righini e company va in scena, venerdì 23 novembre alle 20.00, Take off Road, altro gruppo rock cittadino composto da professionisti con l’amore per la musica. La formazione è nel classico quartetto con Cesare Focarelli (in arte Caesar Fox) alla chitarra e voce, Domenico Gallelli (ovvero Dom de Luise) al basso, Peppe Sanzi alla chitarra solista e Stefano Focarelli alla batteria. Un gruppo ben collaudato che certamente farà divertire il pubblico e si inserisce alla perfezione nella struttura museale avendo un forte repertorio rock-blues, più o meno sul genere Cream e dintorni. L’ingresso è rigorosamente gratuito e gli appassionati non perderanno certo l’occasione per una serata all’insegna della buona musica.




Local Genius
www.localgenius.eu
22 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook