Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Presenza di materiali inquinanti e di discariche: avviata bonifica a Cosenza

Conferenza stampa in Comune per fare il punto

Palazzo dei Bruzi, a Cosenza

Palazzo dei Bruzi, a Cosenza

L’opera di bonifica ambientale partita da viale Magna Grecia, dopo il dissequestro dell’area, è soltanto la prima tappa di un percorso finalizzato a restituire vivibilità alle zone interessate dalla presenza di materiali inquinanti. Sono cinquantotto, infatti, i siti di questa natura localizzati sul territorio cittadino e tutti sono stati schedati in uno scrupoloso lavoro di catalogazione che ha coinvolto gli uffici degli Assessorati all’ambiente del Comune di Cosenza, guidato da Martina Hauser, e al Verde e manutenzione, guidato da Carmine Vizza. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata dal Comune di Cosenza il 20 dicembre 2012, e che riportiamo integralmente. Quest’ultimo, affiancato dalla dottoressa Veronica Gallo dell’Ambiente ed all’ingegnere Rino Bartucci, ha tenuto una conferenza stampa la mattina del 20 dicembre 2012 - riferiamo sempre testualmente dalla nota ufficiale - per dare conto alla città di come sulla problematica delle cosiddette discariche abusive l’occhio dell’Amministrazione Occhiuto sia stato vigile sin dall’inizio tanto da avviare un lavoro di censimento in primis ed una programmazione degli interventi quale passo successivo. Un impegno che, nella prima fase, ha visto la collaborazione del Corpo Forestale e l’utilizzo di personale del settore manutenzione, delle cooperative e di Ecologia Oggi, senza sforare di un centesimo rispetto al contratto con l’azienda. “Di ogni sito – ha spiegato l’assessore Vizza - è stata analizzata la caratterizzazione, la tipologia di materiale inquinante, quali dati fondamentali per procedere ad una progettazione della bonifica”. “Bonifica che – precisa l’ingegnere Bartucci – non attiene soltanto al recupero superficiale ma deve intervenire anche in profondità”.


E veniamo - riferisce inoltre la nota stampa - alla localizzazione dei siti inquinanti che, al contrario di quanto si possa immaginare, non si limita a zone del territorio cittadino per così dire nascoste all’occhio del viandante, ma investe anche alcuni quartieri dove per ovvi motivi si parla di discariche di piccole dimensioni, ma pur sempre discariche.Una scorsa all’elenco dei siti inquinanti ci evidenzia infatti situazioni ben note, da viale Magna Grecia alla strada di collegamento Serra Spiga Mendicino, da via Reggio Calabria a S. Ippolito. Ma emergono anche degli insospettabili o, comunque, zone nelle quali la continuità con la quale vi si abbandonano materiali vari è tale da averle trasformate in micro discariche e qui l’elenco coinvolge anche quartieri come via Popilia e zone limitrofe, sino a viale Mancini, e le frazioni anche in alcuni luoghi più a vista. “Di tutte queste aree – ha aggiunto l’assessore Vizza – almeno 15 presentano una pericolosità derivante da recidiva e saranno pertanto sottoposte ad un sistema di videosorveglianza in collegamento con la Prefettura, così come tutte quelle a rischio saranno opportunamente segnalate con apposita cartellonistica”. La riflessione che emerge, aldilà degli interventi materiali programmati e avviati dall’Amministrazione comunale, che stanno per spostarsi su via Reggio Calabria, è che la chiave di volta sta nella raccolta differenziata. “A breve partirà una massiccia campagna di comunicazione sulla differenziata – ha annunciato l’assessore Vizza – perché è chiaro che lì risiede la soluzione al problema, ma solo a patto che il cittadino si senta protagonista di una vera e propria inversione di tendenza comprendendo i benefici che una raccolta razionale dei rifiuti porta alla città elevandone il livello di qualità della vita”.




Local Genius
www.localgenius.eu
21 dicembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook