Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Quarto centenario della morte di Shakespeare, iniziative anche a Cosenza

Un ricco e articolato programma a cura di Unical, Comune capoluogo e teatro Rendano

Il busto bronzeo dedicato a William Shakespeare, a Verona,...

Il busto bronzeo dedicato a William Shakespeare, a Verona, all'ingresso della famosa piazza caratterizzata dalla splendida Arena (foto archivio Local Genius)

Il 2016 si celebrerà il quarto centenario della morte di William Shakespeare. In vista dell’importante ricorrenza, l’Università della Calabria, il Comune di Cosenza e il Teatro “Rendano” hanno, in partenariato tra loro, promosso un progetto pluriennale, dal titolo “Shakespeare 2016. Lo spettacolo del mondo”, con il quale si rinnova la loro collaborazione. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale che è stata diramata dall'Università della Calabria l'8 febbraio 2013, e che riproduciamo integralmente. L’iniziativa, alla quale ha dato impulso la Scuola Dottorale di Studi Umanistici dell’Unical, presieduta dal prof. Roberto De Gaetano, ha carattere esplicitamente multidisciplinare, coinvolgendo competenze e saperi eterogenei. Il progetto prevede seminari, lezioni magistrali, laboratori, la produzione di spettacoli teatrali e un ampio ciclo di proiezioni cinematografiche, con l’obiettivo di attivare una serie di studi, ricerche, eventi cinematografici e teatrali e attività laboratoriali che coinvolgano studiosi, artisti, dottorandi e studenti attorno ad una delle più imponenti figure della cultura occidentale.


“Non potevamo lasciar passare inosservata una ricorrenza così importante come il quarto centenario della morte di Shakespeare – sottolinea l’Assessore alla comunicazione del Comune di Cosenza Rosaria Succurro – delegata ad occuparsi del progetto per conto dell’Amministrazione comunale. La rinnovata sinergia interistituzionale con l’Università consentirà di aprire un focus a 360 gradi sul grande drammaturgo inglese che coinvolgerà il nostro territorio, con particolare riferimento al Teatro “Rendano” ed al Cinema Italia-Tieri, uno spazio quest’ultimo che è nostra intenzione far rivivere e valorizzare quanto più possibile”. Nello specifico del progetto entra Roberto De Gaetano, docente e presidente della Scuola Dottorale Internazionale di Studi Umanistici dell’Unical.  “Shakespeare 2016. Lo spettacolo del mondo”- afferma De Gaetano - è concepito come un progetto pluriennale dedicato a uno dei grandi classici della tradizione culturale moderna intorno al quale vengono raccolti non solo competenze e interessi interni alla Scuola Dottorale e al Dipartimento di Studi Umanistici ma anche una attenzione molto più ampia che proviene dalle istituzioni culturali del territorio, a partire dal Teatro “Alfonso Rendano”. E proprio con il “Rendano”, diretto da Isabel Russinova – afferma ancora De Gaetano – avvieremo alcune produzioni   teatrali che saranno precedute da momenti di studio, ricerca e laboratori all’interno dell’Università”.


Bruno Roberti, curatore della rassegna cinematografica, anticipa che “la parte del progetto dedicata al cinema prevede più di cento film della sterminata riserva delle produzioni cinematografiche ispirate a Shakespeare (dal muto ai giorni nostri, da Welles a Branagh, da Greenaway a Jarman, dai Taviani a Zeffirelli…) che saranno proiettati sul territorio, tra gli Auditorium dell’Unical e il cinema Italia/Aroldo Tieri.  Questo grande viaggio in un mare “shakespeariano” di film durerà fino al 2016, anno del quarto centenario della morte del bardo”. La rassegna cinematografica conoscerà un prologo nelle due serate pensate per San Valentino, mercoledì 13 e giovedì 14 febbraio, al Cinema Italia-Tieri, dedicate  naturalmente all’amore e agli amanti più famosi del teatro shakespeariano, e non solo: Romeo e Giulietta. Titolo prescelto per questa prima due giorni di cinema è “San Valentino/Amor di cinema: intorno a Romeo e Giulietta”.


“Vedremo – dice ancora Roberti - un capolavoro come quello di Renato Castellani, che vinse un Leone d’Oro a Venezia, ambientazioni moderne nei sobborghi americani come China Girl di Abel Ferrara e il celebre musical West Side Story di Wise, film di culto come il Romeo+ Giulietta con Leonardo di Caprio ed esempi teatrali in video come il “delirio organizzato” di Paolo Rossi intorno a Romeo e Giulietta, o il documento video del lavoro su Mercuzio condotto da Armando Punzo con la Compagnia della Fortezza”. A conclusione della settimana di San Valentino al Teatro “Rendano”, per la stagione di prosa, andrà in scena, il 16 e 17 febbraio, “Romeo e Giulietta”, opera-manifesto sull’Amore, nell’allestimento della Società per Attori e Teatro Stabile del Veneto, per la regia di Giuseppe Marini, con un cast di giovani ed apprezzati attori. Entusiasta della collaborazione con l’Università della Calabria per il progetto su Shakespaere è Isabel Russinova, direttore artistico del Teatro “Rendano”, ma amche coordinatrice degli altri teatri cittadini, compreso il Cinema Italia-Tieri.


“Si concretizza - afferma Isabel Russinova - uno degli obiettivi dell’Amministrazione comunale: fare del cinema Italia-Tieri  la Casa del Cinema e del jazz, che, nei nostri programmi, dovrà diventare punto di riferimento per chi ama il cinema e la musica, ma anche per chi il cinema lo fa.  Di volta in volta, si terranno iniziative orientate alla diffusione dell’arte cinematografica: non solo proiezioni di films, ma anche confronti tra cinema e territorio e con le nuove frontiere della critica ed incontri con i nuovi e giovani “maestri” del cinema, senza escludere che si aprano anche dei tavoli di discussione e approfondimento che vedano la presenza di cineasti e filmakers di spessore internazionale. L’iniziativa su Shakespeare, concepita in collaborazione con l’Università della Calabria e che ospitiamo al Cinema Italia-Tieri – sottolinea ancora la Russinova - ci dà l’opportunità di riannodare i fili di una già solida collaborazione con l’ateneo di Arcavacata. Nel corso dell’anno, tra le manifestazioni che vedranno coinvolta la nostra Casa del cinema e che saranno diretta emanazione dei programmi dell’Amministrazione comunale, ci sarà la seconda edizione di “Mm d’autore”, rassegna con la quale, la scorsa estate, abbiamo, in via sperimentale, voluto ridare visibilità a quel cinema indipendente che spessissimo, al di là di qualche festival per addetti ai lavori, trova poco spazio nei circuiti della normale distribuzione. Una mission questa abbracciata anche dal circuito Indicinema che raggruppa proprio il cinema indipendente”. Per il suo primo anno, il progetto “Shakespaere 2016. Lo spettacolo del mondo”, ospiterà i seminari di Nadia Fusini, scrittrice e studiosa di grande autorevolezza cui faranno seguito, fino a maggio, incontri con altri studiosi come Dario Tomasello, Ferruccio Marotti, G. Sacerdoti, R. Guarino.

 
Questo il programma:  
 
Prologo: San Valentino/Amor di cinema: intorno a Romeo e Giulietta
13-14 FebbraioCosenza, Cinema Italia/Aroldo Tieri

 
Mercoledì 13 Febbraio
 
h. 17.00 Romeo e Giulietta (Italia, 1954, 140’) di Renato Castellani
 
h. 19.30  Cercando Mercuzio (Italia, 2012,15’) di Gianluca Bozzo e Ernesto Orrico
 
h. 20.00 Romeo & Juliet. Serata di delirio organizzato (Italia,2007,121’)
di Paolo Rossi, Riccardo Piferi, Ranuccio Sodi
 
h. 22.00  China Girl (Usa, 1987, 88’) di Abel Ferrara

 
Giovedì  14 Febbraio
 
h. 17.00 West Side Story (Usa, 1961, 151’) di Robert Wise
 
h. 20.00 Romeo+Giulietta di William Shakespeare (Usa,1996,120’)
di Baz Luhrman)




Local Genius
www.localgenius.eu
11 febbraio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook