Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Rapsodia d’Autunno, ottava edizione. A Buonvicino: sapori, culture, natura

Un intenso programma proposto dal Comune. Pezzo forte dell’evento: la Tavola del Duca Ippolito Cavalcanti, illustre gastronomo alla corte dei Borboni

Rapspdia d´Autunno a Buonvicino, la locandina...

Rapspdia d'Autunno a Buonvicino, la locandina ufficiale

L’evento Rapsodia d’Autunno nato su iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Buonvicino (Cs) nel 2004, in collaborazione con il Parco Nazionale del Pollino, rappresenta uno degli appuntamenti ecoevento autunnali oramai consolidati della Riviera dei Cedri, nel cuore del Parco Nazionale. Si realizza all’interno del Centro Storico di Buonvicino e promuove in maniera integrata la cultura locale, le risorse paesaggistiche e ambientali, enogastronomiche ed archeologiche dell’area volendo sostenere ed incoraggiare, insieme ai comuni dell’hinterland, lo sviluppo commerciale delle produzioni d’eccellenza del comprensorio, in particolare la filiera del “gusto”. E' quanto si afferma in una nota du presentazione diramata il 28 novembre 2012, e che qui di seguito riportiamo integralmente. Anche quest’ anno (l’evento riproposto dall’Amministrazione Comunale è giunto, ormai, alla sua ottava edizione) gli chef del territorio, con gli studenti degli istituti alberghieri di Paria a Mare e Paola, e gli chef provenienti da San Severino Lucano si misureranno in una gara senza veri concorrenti,  per raccontare, attraverso il cibo, passioni e memorie, tradizioni di ieri e di oggi. Pezzo forte dell’evento è la “tavola del Duca Ippolito Cavalcanti”, illustre gastronomo alla corte dei Borboni, di origine buonvicinese, del quale verranno rivisitati alcuni piatti raccontati nel suo antico ricettario. Tanti e qualificati sono gli appuntamenti che si concentrano nell’arco di pochi giorni, un corposo panorama di conferenze, presentazioni, maratone gastronomiche che hanno dato risultati incoraggianti nei settori dedicati al’ambiente, all’artigianato e all’enogastronomia. Una opportunità per coniugare il patrimonio vegetazionale, faunistico ed enogastronomico del comprensorio con uno spazio “vetrina” per le produzioni d’eccellenza posti all’attenzione dei media attraverso la partecipazione agli eventi di giornalisti e televisioni. La collana di eventi è, inoltre, orientata a far conoscere ed apprezzare - prosegue la nota di presentazione - le proposte culturali del comprensorio attraverso l’organizzazione di convegni incentrati sulle tematiche della biodiversità (tema dell’anno): giovedì 29 novembre il Prof. Emilio Sperone (Università della Calabria) ha tenuto una lezione agli studenti degli Istituti superiori del territorio su “La biodiversità dei mari calabresi, dall’origine allo stato attuale”; venerdì 30 novembre sarà, invece, il Prof. Sandro Tripepi a tenere un incontro con gli studenti sul tema “Biodiversità e Conservazione”. La serata conclusiva, quella di sabato 1 dicembre, vedrà la straordinaria partecipazione della scrittrice Grazia Furferi (autrice de “La Cucina Calabrese” edito da Rubettino) che terrà una conferenza su “La cucina calabrese, contaminazione eccellente nel Mediterraneo” e alla quale verrà consegnato il Premio Nazionale “Ippolito Cavalcanti”, opera del maestro orafo Domenico Tordo. Subito dopo, all’interno degli stand appositamente allestiti, gli chef del comprensorio (ambito: pollino tirreno calabrese e lucano), con i loro allievi, rappresenteranno sapori e tradizioni della propria terra e serviranno menù di specialità locali  che ripresentano le eccellenze del “bosco e delle valli”, attraverso la rivisitazione delle antiche ricette di Cavalcanti; inoltre alcuni sommeliers guidati dal maestro Giuseppe Palmieri (A.I.S) guideranno i presenti alla degustazione di vini provenienti dalle migliori cantine della provincia di Cosenza.


IN ALLEGATO IL PROGRAMMA UFFICIALE

Visualizza Allegato 1



Local Genius
www.localgenius.eu
29 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook