Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Hotel Marconi Patea Me li cucco salumi sap Frammartino libro cucina localgenius taranta wine Dotro libro briganti Rubino Rubino Monardo sponsor vini passiti jonio reggino Integra antonio-jerocades Istituto Agrario Catanzaro magazine-localgenius Video Calabria Fruit banner DOP JGP Vinitaly 2014 Vinitaly web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Sila, approvato il Piano per il Parco ed il Regolamento


Il 23 luglio 2012, il Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale della Sila - si legge in una nota stampa del Parco diramata il 24 luglio 2012 - si è riunito presso la sede dell’Ente silano, a Lorica, ed ha approvato il Piano per il Parco ed il Regolamento del Parco, importanti e fondamentali strumenti di pianificazione per le aree protette silane. Alla riunione - si legge sempre nella nota stampa del Parco della Sila che riportiamo qui di seguito integralmente - erano presenti, oltre alla presidente e al direttore dell’Ente silano, Sonia Ferrari e Michele Laudati, Wanda Ferro, presidente della Provincia di Catanzaro e vicepresidente del Parco; Giancarlo Principato, professore associato di Costruzioni Idrauliche presso il Dipartimento Difesa del Suolo dell’Università degli Studi della Calabria; Francesco Spina, sindaco di Savelli; Luigi Stasi, sindaco di Longobucco; Giovanni Gullà, dirigente di ricerca del CNR; Domenico Britti, professore ordinario di Clinica Medica Veterinaria all’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro e direttore del Centro Universitario Servizi Veterinari del medesimo Campus.


L’approvazione del Piano, redatto da un team di docenti universitari coordinati dal prof. Gabrio Celani, Architetto e docente all’Università della Calabria, come ha dichiarato lo stesso Celani durante la riunione del Consiglio “costituisce l’inizio della fase finale di un lungo processo che prevede una serie di procedure di comunicazione dei suoi contenuti alle popolazioni del Parco, dunque coinvolte nel riconoscimento di questo importante strumento di cui si dota l’Ente". Anche la presidente della Provincia di Catanzaro e vicepresidente del Parco, Wanda Ferro, durante la riunione ha espresso il suo entusiasmo per l’approvazione del Piano, sottolineando come questo sia “utilissimo non solo per la salvaguardia dei territori del Parco, ma anche quale patrimonio per l’utilizzo dei fondi strutturali UE. Inoltre, molto positivo è stato anche il parere dei Sindaci che rappresentavano la Comunità del Parco e questo è indice di una sinergia positiva e concreta in atto su questo territorio".


Il Piano del Parco - prosegue inoltre la nota stampa ufficiale - è uno strumento interdisciplinare, nella misura in cui la sua realizzazione è frutto di uno studio approfondito delle varie  risorse dai punti di vista naturalistico, ambientale, storico, artistico, sociale, così come turistico ed economico e rappresenta per l’Ente Parco un segnale importante della volontà di coinvolgere tutti i soggetti locali, sia pubblici che privati, creando interazioni e connessioni fra essi. Tenendo conto delle dinamiche economiche, sociali ed ambientali del contesto cui si riferisce, coordina ed orienta le azioni dei soggetti che operano sul territorio, valorizzando le sinergie derivanti dalla interconnessione di risorse, opportunità e competenze. Disciplina inoltre le utilizzazioni del territorio, gli interventi di recupero, la valorizzazione e la trasformazione, nel rispetto della tutela dell’ecosistema e delle biodiversità di cui la Sila è ricchissima. A questo proposito, il prof. Gabrio Celani, del Dipartimento di Pianificazione Territoriale dell’Università degli Studi della Calabria, ha sottolineato come la Sila sia contrassegnata da una naturalità fortemente caratteristica. “Noi abbiamo a nostra disposizione un luogo meraviglioso per caratteristiche geofisiche, geologiche, ideologiche, nonché culturali - ha detto il Prof. Celani in Consiglio -. Il Piano si configura anche come una rilettura del territorio così come questo veniva anticamente vissuto ed infatti sono in esso evidenziate vecchie strade della transumanza, oltre che individuate tutte le strade da proteggere. Siamo convinti che la valorizzazione delle tradizioni porti inevitabilmente a delle originalità". Anche Sonia Ferrari, Presidente del Parco, si è dichiarata molto entusiasta per l’approvazione di due strumenti davvero vitali per l’Ente: “Sono soddisfatta di aver conseguito questo risultato, dopo ben tre anni durante i quali l’Ente era privo del Consiglio Direttivo e dunque impossibilitato al raggiungimento di un tale risultato. Ora il Consiglio ha contribuito molto responsabilmente, dopo alcune riunioni, alla chiusura di una fase che ancorà dovrà attraversare un lungo iter procedurale".




Local Genius
www.localgenius.eu
25 luglio 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook