Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Un miracolo della natura: la Cipolla Rossa di Tropea Calabria Igp. Amatela!

Local Genius ha incontrato a Torino, al Salone del Gusto edizione 2012, il presidente del Consorzio di tutela, Antonio Veltri. Un paniere di qualità

Antonio Veltri, presidente del Consorzio di Tutela della...

Antonio Veltri, presidente del Consorzio di Tutela della Cipolla Rossa di Tropea Calabria Igp. Foto realizzata al Salone del Gusto 2012. Altre FOTO in Gallery

La Cipolla Rossa di Tropea, che da qualche anno si può anche fregiare del marchio di qualità Calabria Igp, è uno dei monumenti del sistema agroalimentare di una regione tanto antica e nobile, quanto ricca di nicchie d’eccellenza. La si produce lungo la fascia tirrenica calabrese che, secondo l’apposito disciplinare, si estende da Nicotera, confine meridionale dell’odierna provincia di Vibo Valentia, a Fiumefreddo Bruzio, in provincia di Cosenza. E’ compresa anche la fascia litoranea lametina (provincia di Catanzaro) che va da Curinga a Nocera Terinese. Tropea, cui la lega il nome, è una delle località turistiche più belle e apprezzate del Mezzogiorno d’Italia. Il clima mite di quest'area mediana della Calabria che si affaccia verso le isole più settentrionali delle Eolie, caratterizzato da non eccessivi sbalzi di temperatura in inverno, pare essere all’origine del sapore dolce che contraddistingue la rinomata specie di cipolla rossa. Al Salone del Gusto di Torino, edizione 2012, Local Genius ha incontrato Antonio Veltri, presidente del Consorzio di Tutela e coltivatore egli stesso. L’area espositiva organizzata dall’Amministrazione provinciale di Cosenza ha dato ampio spazio a questa perla dell’agroalimentare regionale, proponendo anche diversi momenti di degustazione. Antonio Veltri ce la descrive con grande passione e nella piena consapevolezza di lavorare per promuovere un prodotto davvero unico e speciale. “E’ dolcissima – ci dice -, croccante e rossa, piacevole al palato, un regalo della natura dovuto a fattori genetici, climatici e pedologici”. “I suoli dove si coltiva – afferma inoltre Veltri – sono di natura vulcanica, freschi e profondi, ricchi di nutrienti, soprattutto potassio. Un corredo genetico particolare esaltato da una straordinaria interazione con l’ambiente: le peculiarità del terreno, l’umidità, la durata del giorno, la temperatura, e anche la tiepida brezza marina che accarezza costantemente i nostri campi”.


Diciamolo subito: quando si elencano i pregi della Cipolla Rossa di Tropea non si esagera e non si ostenta a fini commerciali. Basta gustarla cruda, condita con un po’ di olio extravergine di oliva, per comprendere come non ci si trova di fronte al tipico ortaggio dal gusto forte e intenso, che per antonomasia fa lacrimare gli occhi e segna l'alito per diverse ore. Dopo averla mangiata, la bocca resta pulita e non è impregnata di odori fastidiosi. E poi – ci rammenta sempre il presidente del Consorzio – guardiamo ai suoi effetti salutari: è antisettica, anestetica, diuretica, favorisce la secrezione biliare, è emolliente, antiasmatica, antisclerotica, preserva dall’invecchiamento, aiuta a regolare il tasso di colesterolo nel sangue e la glicemia, contro il diabete. Tutte queste qualità preziose, assieme ad altre, sono elencate nel depliant ufficiale del Consorzio, che non per nulla battezza questa meraviglia della terra come “Oro Rosso di Calabria”. E come tutte le cose rare, purtroppo viene “imitata”, nel senso che troppo spesso altre cipolle vengono spacciate per Rossa di Tropea. La crescente attenzione delle autorità competenti, e il ruolo sempre più incisivo del Consorzio, stanno combattendo un fenomeno che arreca gravi danni ai produttori seri, scrupolosi e rispettosi delle leggi. La Cipolla Rossa di Tropea Igp, oltre che essere consumata cruda, si presta per tantissime ricette gastronomiche tipiche o innovative. Molte anche le proposte dei conservifici: si va dai filetti in agrodolce a quella secca, dalla marmellata alla mousse, dagli accoppiamenti con tonno o altre verdure. Local Genius ritornerà presto sull’argomento con degli speciali di approfondimento. Ricordate: è Cipolla Rossa di Tropea Calabria Igp solo se è contrassegnata dagli appositi marchi tutelati da Ue e Governo italiano.




Galleria Fotografica
Local Genius
www.localgenius.eu
16 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook