Notizie Flash
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius
Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel... LocalGenius

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Iozzo Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali luoghi aziende commenti

Agrinsieme: la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare


È indispensabile che la politica metta al centro della propria agenda lo sviluppo dell’agroalimentare, che in Italia rappresenta una solida realtà per il Paese, un elemento centrale della sua struttura economica e occupazionale, una garanzia per la tutela del territorio e dell’ecosistema. E’ questa una delle priorità contenute nel documento per le prossime elezioni predisposto da Agrinsieme (il coordinamento tra Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative italiane agroalimentari, che a sua volta ricomprende Agci-Agrital, Fedagri-Confcooperative e Legacoop-Agroalimentare) e illustrato il 12 febbraio a Bruno Tabacci, leader del Centro Democratico. Con il presidente di Cia e coordinatore di Agrinsieme Giuseppe Politi, alla riunione hanno partecipato il presidente di Confagricoltura Mario Guidi, il vicepresidente nazionale di Confcooperative Mauro Ottolini, il direttore di Fedagri-Confcooperative Fabiola Di Loreto e il direttore nazionale della Cia Rossana Zambelli. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata il 12 febbraio 2013, e che riportiamo integralmente. Agrinsieme, nel corso dell’incontro, ha ribadito l’esigenza che nella nuova legislatura si porti avanti una strategia che favorisca lo sviluppo dell’agroalimentare, fondamentale per la crescita del Paese. Da qui la necessità di perseguire precisi e mirati obiettivi che consentano alle imprese e alle cooperative agricole un’adeguata redditività e strumenti efficaci per poter rendere concrete le grandi potenzialità che racchiudono.


Dopo aver sottolineato che il recente accordo Ue sul bilancio 2014-2020 è insoddisfacente per l’agricoltura e per la stessa Europa - prosegue la nota stampa ufficiale - e sul quale pende il giudizio vincolante del Parlamento di Strasburgo, Agrinsieme ha ribadito l’importanza, anche in vista del confronto sulla riforma della Pac, di un forte impegno e di una presenza incisiva dell’Italia nelle istituzioni comunitarie. Il nostro Paese - si legge nel documento - “deve saper costruire le giuste alleanze con gli altri paesi dell’Unione al fine di essere protagonista nelle decisioni che l’Europa prenderà”. Agrinsieme ha posto all’attenzione del leader del Centro Democratico alcune priorità nella strategia per l’agroalimentare: sostegni alle imprese e alla cooperazione; ricerca e innovazione; ricambio generazionale; incentivi al mercato del lavoro; strumenti più efficaci per il credito; meno burocrazia; taglio dei costi produttivi, contributivi e fiscali; rilancio del “made in Italy”; gestione razionale e sostenibile del territorio e delle risorse idriche; sviluppo delle agroenergie rinnovabili.


Da parte sua, Tabacci ha riconosciuto l’importanza di Agrinsieme nel contesto agricolo e agroalimentare del nostro Paese: “Siamo in presenza di una scelta significativa per mettere in atto comuni strategie di sviluppo, in grado di assicurare sostegno alle imprese e alle cooperative agricole. Agrinsieme è un riferimento forte. Auspico, comunque, l’unità dell’intero mondo agricolo”.  Il leader del Centro Democratico ha espresso apprezzamento per le proposte contenute nel documento Agrinsieme che condivide pienamente. In particolare, Tabacci si è detto d’accordo su un ministero dedicato allo sviluppo agricolo e agroalimentare. Soffermandosi sul ricambio generazionale in agricoltura, Tabacci ha affermato che oggi ai giovani servono sicurezze e ottimismo per far nascere nuove imprese agricole. Infine, il leader del Centro Democratico, affrontando i temi comunitari, ha sostenuto che “in Europa dobbiamo starci con serietà e che non devono mai più accadere vicende come quella delle quote latte. Solo così saremo credibili”.




Local Genius
www.localgenius.eu
13 febbraio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook