Notizie Flash
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius
Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo “Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento... LocalGenius

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Iozzo Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali luoghi aziende commenti

Agromafie, la rapacità criminale delle cosche infetta anche il pianeta cibo

Coldiretti: il volume d’affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 mld di euro con attività che riguardano l’intera filiera: produzione, trasporto, distribuzione e vendita

Frutta fresca, immagine generica d´archivio

Frutta fresca, immagine generica d'archivio

“Il volume d'affari complessivo annuale della criminalità nell’agroalimentare è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nell’ultimo anno con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita. E’ quanto afferma la Coldiretti In riferimento all’operazione interforze della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza  coordinata dalla Dda di Milano che ha posto in amministrazione giudiziaria quattro direzioni generali della società di grande distribuzione Lidl, cui afferiscono circa 200 punti vendita”. Lo si legge in una nota stampa ufficiale diramata il 15 maggio 2017 da Coldiretti nazionale e che riportiamo integralmente. “Le mafie, – spiega la Coldiretti - dopo aver ceduto in appalto ai manovali l’onere di organizzare e gestire il caporalato e altre numerose forme di sfruttamento, condizionano il mercato agroalimentare stabilendo i prezzi dei raccolti, gestendo i trasporti e lo smistamento, il controllo di intere catene di supermercati, l’esportazione del nostro vero o falso Made in Italy, la creazione all’estero di centrali di produzione dell’Italian sounding e la creazione ex novo di reti di smercio al minuto”.


“In questo modo la malavita si appropria – sottolinea la Coldiretti - di vasti comparti dell’agroalimentare e dei guadagni che ne derivano, distruggendo la concorrenza e il libero mercato legale e soffocando l’imprenditoria onesta, ma compromette in modo gravissimo la qualità e la sicurezza dei prodotti, con l’effetto indiretto di minare profondamente l’immagine dei prodotti italiani e il valore del marchio Made in Italy. Proprio per alzare il livello di attenzione verso le “agromafie”, Coldiretti ha costituito l’Osservatorio sulla criminalità in agricoltura, presieduto dal presidente Roberto Moncalvo e con il Dott. Giancarlo Caselli alla guida del comitato scientifico, che presenta annualmente con l’Eurispes il Rapporto Agromafie”.

 
“Le agromafie vanno contrastate nei terreni agricoli, nelle segrete stanze in cui si determinano in prezzi, nell’opacità della burocrazia, nella fase della distribuzione di prodotti che percorrono centinaia e migliaia di chilometri prima di giungere al consumatore finale, ma soprattutto con la trasparenza e l’informazione dei cittadini che devono poter conoscere la storia del prodotto che arriva nel piatto”, spiega il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che “per l’alimentare occorre vigilare sul sottocosto e sui cibi low cost dietro i quali spesso si nascondono ricette modificate, l’uso di ingredienti di minore qualità o metodi di produzione alternativi se non l’illegalità o lo sfruttamento”.




Local Genius
www.localgenius.eu
17 maggio 2017

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook