Notizie Flash
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius
Cenoni delle feste, la cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di... LocalGenius

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Iozzo Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali luoghi aziende commenti

Cenoni delle feste, cucina degli avanzi ha salvato mezzo miliardo di euro

Coldiretti nazionale riflette sui piatti del giorno dopo

Tante le pietanze tipiche di Natale e Capodanno, e notevole...

Tante le pietanze tipiche di Natale e Capodanno, e notevole la quantità di cibo che noi si riesce a consumare durante i tradizionali cenoni (foto d'archivio)

Circa mezzo miliardo di euro in cibi e bevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvati dalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddetti piatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornati prepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stima la Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nel sottolineare che con la crisi più di sette italiani su dieci (71 per cento) hanno trascorso a casa il cenone del Capodanno, anche seguendo i programmi televisivi che hanno avuto un ascolto record. Le famiglie nelle feste di fine anno quest’anno hanno anche ridotto gli sprechi nella maggioranza del 62 per cento utilizzando quello che avanza nei giorni successivi magari combinando altre ricette, secondo l’indagine Coldiretti/Swg. E’ quanto si legge in una nota stampa diramata da Coldiretti nazionale il 2 gennaio 2012, e che riportiamo integralmente. Polpette o polpettoni a base di carne o tartare di pesce sono una ottima soluzione per recuperare il cibo del giorno prima, ma anche le frittate possono dare - continua la Coldiretti - un gusto nuovo ai piatti di verdura o di pasta, senza dimenticare la ratatouille. La frutta secca in più può essere facilmente caramellata per diventare un ottimo “torrone” mentre con quella fresca si ottengono pasticciate, marmellate o macedonie. E per dare un nuovo sapore ai dolci più tradizionali, come il pandoro o il panettone, si ricorre spesso alla farcitura con creme. Recuperare il cibo è una scelta che - continua la Coldiretti - fa bene all'economia e all'ambiente anche con una minore produzione di rifiuti. Per il tradizionale appuntamento di fine anno con la tavola gli italiani – conclude la Coldiretti - hanno speso quasi 2 miliardi di euro, il 3 per cento in meno rispetto allo scorso anno. Con il Capodanno si stima che – rileva la Coldiretti - siano state stappate almeno 80 milioni di bottiglie di spumante, per una spesa complessiva di 600 milioni di euro. Ma durante la notte più lunga dell’anno sono stati consumati anche 6 milioni di chili di cotechini e zamponi, con un aumento dell’8 per cento rispetto all’anno scorso, serviti assieme a 10 milioni di chili di lenticchie, “chiamate” secondo tradizione a portar fortuna, vista anche la situazione difficile che vive il Paese. Addirittura cento milioni – conclude la Coldiretti - i chili di panettoni e pandori consumati nelle feste di fine anno, da quelli tradizionali fino alle novità proposte direttamente dalle imprese agricole come i dolci all’olio o alla visciole.


Un’altra nota stampa ufficiale di Coldiretti nazionale, diramata sempre il 2 gennaio 2013, si sofferma invece sull’argomento saldi. “Con il nuovo anno iniziano in settimana anche i “saldi“ per gli acquisti dei prodotti tipici delle feste di Natale offerti a prezzi scontatissimi come cotechini, pandori, panettoni, torroni, frutta secca, lenticchie, spumanti ed altre specialità”. E' quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che, a conclusione delle festività di fine anno, c'è l'opportunità di risparmiare sulla tavola per motivi esclusivamente commerciali che non influiscono in alcun modo sulle caratteristiche qualitative dei prodotti. Si tratta spesso - sottolinea la Coldiretti nella nota che riportiamo integralmente - di molti alimenti tipicamente natalizi che non possono essere conservati per il prossimo anno tra i quali soprattutto pandori, panettoni, torroni, cotechini, zamponi, ma anche la frutta secca o gli spumanti secondo formule diverse che vanno dal uno per due al due per tre, ma possono essere offerti anche sconti rilevanti arrivano al dimezzamento dei prezzi. Offerte di grande qualità per i prodotti artigianali sono disponibili nelle aziende agricole e nei mercati e nelle botteghe degli agricoltori di Campagna Amica aperti in molte città. Una opportunità per quanti non sono ancora completamente appagati dai menu delle feste di fine anno durante le quali - stima la Coldiretti - sono stati portati in tavola dagli italiani oltre cento milioni di chili tra pandori e panettoni, ottanta milioni di bottiglie di spumante, ventimila tonnellate di pasta, 6 milioni di chili tra cotechini e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci. E' necessario tuttavia - consiglia la Coldiretti - fare attenzione alle data di scadenza obbligatoriamente indicate nelle confezioni per evitare di consumare prodotti scaduti. Per quanto riguarda in particolare lo zampone e il cotechino, che per il 90 per cento vengono consumati nel corso delle festività di fine anno, anche se la scadenza del prodotto sottovuoto è generalmente di due anni, sono diffuse presso supermercati e negozi di alimentari - informa la Coldiretti - interessanti offerte con sensibili sconti sul prodotto offerto alla vigilia di Natale. C'è quindi la possibilità - conclude la Coldiretti - di allungare il periodo di consumo di questi alimenti a base di carne di maiale che possono essere serviti accompagnati in gustose preparazioni da legumi e purea di patate.




Local Genius
www.localgenius.eu
2 gennaio 2013

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook