Notizie Flash
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius
Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012 È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non... LocalGenius

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Iozzo Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali luoghi aziende commenti

Fismo Confesercenti: a Ottavio Missoni il Premio Moda 2012


È Ottavio Missoni il vincitore del Premio Moda 2012 Fismo-Confesercenti, il riconoscimento che l’associazione dei commercianti del settore moda assegna ogni anno alle aziende e ai marchi Made in Italy di prestigio internazionale che privilegiano ancora oggi la distribuzione tradizionale, mantenendo con le imprese del settore un rapporto di collaborazione non solo economico, ma soprattutto etico. Le scorse edizioni sono state vinte dalle aziende Brioni e Ferragamo. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale di Confesercenti diramata il 16 novembre 2012, e che qui di seguito riportiamo integralmente. “Il patto tra produzione e commercio del Made in Italy nella moda – ha spiegato Vittorio Missoni, figlio di Ottavio e presidente della compagnia -  è fondamentale per diffondere la cultura della moda tipicamente italiana e trasferire ai nostri clienti il nostro know how fatto di ricerca e qualità d’eccellenza”. Un’alleanza irrinunciabile, soprattutto in un momento di sofferenza per la distribuzione commerciale dell’abbigliamento, come ha spiegato nel suo saluto di apertura il vicedirettore di Confesercenti Mauro Bussoni.


“Nei primi nove mesi del 2012 – ha detto Bussoni, lanciando l’allarme – a livello nazionale abbiamo perduto quasi tremila imprese del settore, soprattutto nelle grandi città: a Roma, nello stesso periodo, hanno chiuso i battenti 385 aziende; a Napoli 249, a Milano 153, a Torino 134, a Palermo 111, a Genova 100. Le attività perdute sono state sostituite per meno della metà da nuove aperture”.
“La situazione di crisi si è estesa all’intera filiera del settore tessile-abbigliamento – ha affermato il Presidente Nazionale della Fismo Roberto Manzoni durante il suo intervento -  che sta attraversando momenti drammatici dallo scoppio della bolla finanziaria di fine 2007. Le prospettive sono poco rosee per l’immediato futuro, e la situazione rischia di diventare insostenibile. Le 26.000 aziende che noi rappresentiamo hanno bisogno di una politica economica basata sulla crescita e non solo sui tagli dei consumi e sull’aumento della pressione fiscale. Il Governo – è la richiesta di Manzoni - deve varare in tempi veloci una politica di sostegno nei confronti della piccola e media impresa del Made in Italy. In particolare, la Fismo chiede all’esecutivo Monti interventi strutturali per la salvaguardia di questo importante comparto dell’economia e dell’occupazione, a cominciare dal sostegno allo sviluppo, per la stessa permanenza sul mercato delle imprese, ed evitando del tutto un ulteriore aumento dell’Iva, che toglierebbe capacità di spesa alle famiglie per miliardi di euro. Serve una seria politica che abbia al centro l’occupazione e la piccola e media impresa. Non possiamo infine condividere le eccessive liberalizzazioni, che fanno dell’Italia il Paese più ‘deregolamentato’ d’Europa: la mancanza di regole lascia troppo spazio ai forti e a ai furbi”.




Local Genius
www.localgenius.eu
17 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook