Notizie Flash

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Rubino Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali servizi-speciali

Patrimoni Unesco della Lombardia, al via percorsi di formazione storico-culturale rivolti agli studenti

Il commento dell’assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie: beni straordinari, accrescerne la consapevolezza tra i giovani sarà un grande risultato

“Quando avremo la consapevolezza che anche i nostri ragazzi si appassioneranno ai beni Unesco come patrimonio dei loro territori e delle loro comunità avremo raggiunto il più grande risultato”. Così l’assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, intervenuta il 10 ottobre alla ‘Lezione inaugurale’ di presentazione de I siti Unesco in Lombardia - Progetto di alternanza scuola-lavoro anno scolastico 2017-2018, il percorso di formazione storico-culturale, antropologico e ambientale. Lo riporta un lancio ufficiale di Lombardia Notizie, agenzia di stampa della Regione Lombardia, del 10 ottobre 2017, che proponiamo in versione integrale. All’evento – rende noto Lombardia Notizie - hanno partecipato, tra gli altri, Luigi Pati, preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore; Luca Rinaldi, soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Como, Lecco, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese e Gabriele Archetti, professore di Storia medievale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. “I nostri beni Unesco rappresentano la nostra storia - ha rimarcato l’assessore regionale - sono un patrimonio straordinario che di generazione in generazione viene tramandato e che ci offre testimonianze dei saper fare, delle identità storiche e culturali”. “L’idea di coinvolgere gli studenti - ha spiegato l’assessore regionale - ci è piaciuta subito perché abbiamo constatato che non esiste tra i giovani una grande consapevolezza del valore e dell’importanza del patrimonio Unesco in generale e in Lombardia in particolare, visto che siamo la regione italiana che ospita il maggior numero di beni ‘patrimonio dell’umanità’. Ringrazio pertanto l’Università Cattolica di Milano, l’Ufficio Scolastico Regionale, il Centro Studi Longobardi e gli insegnanti che hanno aderito alla nostra proposta”. Il percorso formativo – si legge in conclusione - si articola in tre distinti moduli, reiterabili su base triennale, diretti alla formazione dei docenti sul patrimonio culturale e immateriale Unesco lombardo, allo sviluppo tematico in ambito curricolare nel periodo scolastico, con laboratori didattici, seguito dalle attività di alternanza scuola-lavoro nei siti interessati e ad un seminario intensivo o ‘summer school’ di approfondimento specifico di uno o più siti. 




Local Genius
www.localgenius.eu
11 ottobre 2017

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook