Notizie Flash
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius
Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio “Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno... LocalGenius

Altre News >>


menu categoria camera di commercio regioni province comuni governo europa paesi extra UE universita e ricerca sindacati aziende flash agroalimentare allevamenti e pesca viti vini e cantine olivicoltura salumi latticini miele artigianato fiere flash menu categoria mass media web gastronomia e cibi ristorazione alberghi agriturismi libri e riviste turismo ed itinerari musica e folklore evidenza local genius club rassegna stampa Dotro Patea Colacino Wines salumi sap Frammartino libro cucina localgenius bergamotto Me li cucco libro briganti Hotel Marconi Rubino Monardo sponsor Iozzo Integra Vinitaly 2014 Istituto Agrario Catanzaro Video Calabria magazine-localgenius Fruit banner DOP JGP antonio-jerocades web tv calendario-eventi servizi-speciali luoghi aziende commenti

Riordino delle Province, Mario Oliverio a Roma: impostazione demagogica, nessun risparmio

Il presidente dell´Ente cosentino è netto e chiaro: si determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno a caro prezzo in termini di disservizi

Mario Oliverio, presidente della Provincia di Cosenza

Mario Oliverio, presidente della Provincia di Cosenza

“Il decreto del Governo sul riordino e sulla definizione delle funzioni da attribuire alle Province è assolutamente inaccettabile, perché è frutto di una impostazione demagogica che non produce alcun risparmio per le casse dello Stato e determina una grave confusione sull’attribuzione delle competenze e delle funzioni che i cittadini pagheranno a caro prezzo in termini di disservizi”.
E’ quanto ha affermato il presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio, intervenendo giovedì 8 novembre 2012 a Roma, presso la Sala delle Conferenze di Montecitorio, all’Assemblea Nazionale dei presidenti di Provincia e dei Consigli provinciali. E' quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata dalla Provincia di Cosenza l'8 novembre 2012, e che qui di seguito riportiamo integralmente. “Finora – ha detto Oliverio- non un solo atto è stato prodotto per affrontare le riforme veramente necessarie ad un riordino organico della Pubblica Amministrazione e del sistema istituzionale del Paese che avrebbe determinato efficienze e risparmi notevoli, mentre si è polarizzata tutta l’attenzione su provvedimenti che hanno una incidenza assolutamente marginale sulla spesa pubblica e, contestualmente, mortificano la democrazia rappresentativa.  Ciò non possiamo assolutamente consentirlo. Per questo motivo, l’Unione delle Province Italiane (UPI) deve assumere un’iniziativa forte e decisa per chiarire ai cittadini, con dati e cifre alla mano che, quella messa in piedi dal Governo, è un’operazione meramente demagogica e propagandistica che finirà solo per produrre danni rilevanti alla pubblica amministrazione e non la necessaria efficienza e razionalizzazione della spesa pubblica”.


“Una volta chiuso il capitolo sull’abolizione delle Province aperto subdolamente un anno fa - ha  aggiunto il presidente della Provincia di Cosenza - si sta tentando ora di spostare il tiro su un’operazione di svuotamento di poteri e funzioni e di declassamento di queste istituzioni, attraverso il ricorso alle elezioni indirette di presidenti e consiglieri provinciali. Che senso ha tutto questo se non l’obiettivo di sottrarre la rappresentanza del governo delle Province ai cittadini-elettori per consegnarle a logiche di spartizione partitocratica che fanno venire alla mente l’antica pratica delle interpartitiche che ha piegato le istituzioni ad ottiche veramente lottizzatrici, producendo un danno notevole alla vita democratica e, in particolare, alla vita dei partiti? Di fronte a questo rischio è necessario assumere senza timidezze un’iniziativa nei confronti del Parlamento perché siano apportate correzioni ragionevoli al decreto proposto dal Governo consentendo, in primo luogo, agli organi democraticamente eletti ed espressione della volontà popolare di concludere il loro mandato fino alla scadenza fissata dalla legge. In secondo luogo, occorre consentire ai presidenti eletti di esercitare il loro mandato avvalendosi delle giunte costituite nel rispetto della legge. I presidenti delle Province non possono essere trasformati in “podestà”, perché sono espressione della volontà popolare e non di nomina da parte di altri organi. Per questo hanno il diritto di esercitare la loro funzione di governo avvalendosi delle giunte provinciali con le quali hanno portato avanti un’azione amministrativa e di governo comune per la realizzazione dei programmi sottoposti al voto degli elettori. E’ necessario, inoltre, che vengano apportate modifiche radicali affinchè nella Legge di Stabilità, attualmente in corso di esame ed approvazione da parte del Parlamento, si consenta alle Province e agli enti locali di realizzare i Piani di Investimento, a partire dal completamento delle opere già avviate a costruzione e consentendo il pagamento dei lavori effettuati alle imprese appaltatrici”.


“Ritengo – ha concluso il presidente della Provincia di Cosenza - che l’UPI debba aprire rapidamente un confronto con tutti i Gruppi Parlamentari su una piattaforma di proposte concrete e condivise, affinchè vengano apportate le necessarie modifiche al decreto sopra richiamato e procedere alla convocazione straordinaria di tutti i Consigli Provinciali d’Italia a Roma, affinchè la posizione delle Province possa essere ascoltata dal Governo nazionale e fatta propria dal Parlamento”.


Sull'argomento leggere anche il seguente servizio:
Le Province calabresi insorgono: una riforma sbagliata e ingiusta
http://www.localgenius.eu/le-province-calabresi-insorgono-una-riforma-sbagliata-ingiusta-e-anche-dannosa-per-i-territori-704.htm




Local Genius
www.localgenius.eu
11 novembre 2012

Invia questo articolo

 

STAMPA QUESTO ARTICOLO PER LA TUA RASSEGNA CARTACEA

 

Condividi su Facebook